Loading...

Gonorrea: cause, sintomi e cura

gonorreaQuando parliamo di gonorrea (quella che volgarmente, fino a qualche tempo fa, veniva chiamata “scolo”), ci riferiamo a quella che è un’infezione sessualmente trasmissibile, di tipo batterico, che può colpire indistintamente uomini e donne.

Oggi impareremo a conoscere le cause, i sintomi, le conseguenze e le possibili cure e, cosa più importante, le possibili prevenzioni di questa patologia.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere sulla gonorrea.

La trasmissione: come ci si ammala di gonorrea?

La gonorrea è una patologia che si trasmette attraverso rapporti sessuali (se vaginali, anali o orali, lo vedremo più avanti, è assolutamente ininfluente) non protetti. La patologia può essere anche trasmessa da madre a neonato durante il parto.

Si tratta di un’infezione di tipo batterico, che viene causata dal batterio Neisseria Gonorrhoeae, un batterio che in genere prolifera in ambienti caldi e umidi e trova dunque nella vagina e nell’utero il suo ambiente ideale.

Colpisce solo i genitali?

No. L’infezione da gonorrea può colpire indistintamente anche il cavo orale, il retto, la gola o gli occhi, a prescindere da quale sia stato il canale di infezione.

Quali sono i sintomi della gonorrea?

Il problema principale della gonorrea è che, almeno sul breve periodo, tende ad essere quasi completamente asintomatica, soprattutto nelle donne.

Per quanto riguarda gli uomini, invece:

  • Può essere presente bruciore durante la minzione, ovvero quando si fa la pipì;
  • Si può accusare dolore ai testicoli;
  • Si possono gonfiore i testicoli;
  • Possono verificarsi perdite di colore bianco, giallo o verde alla punta del pene.

Le donne in genere non presentano sintomi e sono in genere molto difficili da distinguere da quelle che sono delle infezioni alla vescica oppure alla vagina.

Ci sono delle conseguenze gravi?

Sì. Nelle donne può causare la sindrome da infiammazione pelvica, che può provocare febbre, ascessi, dolori pelvici cronici e anche febbre. L’infiammazione può talvolta anche danneggiare le tube di Falloppio e aumentare il rischio che si abbia una gravidanza ectopica.

Per quanto riguarda invece l’uomo, la gonorrea può evolvere in epididimite: un’infiammazione che può portare addirittura alla sterilità.

Si può trattare?

Sì. Basta una cura di antibiotici, anche se la diffusione di quello che è un nuovo ceppo della patologia che sembrerebbe resistente agli antibiotici, complica un po’ le cose.

La cosa migliore? La prevenzione!

La miglior cosa che possiamo fare è sicuramente prevenire: si devono avere soltanto rapporti protetti e utilizzare, nel modo corretto, il preservativo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons