Loading...

HE4 – la guida completa

he4Ultimamente il cancro costituisce una delle piaghe maggiori dell’umanità. Tra i diversi tipi di cancro ricordiamo anche una tipologia in particolare che interessa il corpo di una donna: il cancro all’ovaio. 

Vista la grande diffusione del cancro, sono stati sviluppati anche dei metodi diagnostici ben precisi. Nel caso del cancro all’ovaio ricordiamo sicuramente HE4.

Oggi ti parleremo proprio di questo marker tumorale, cercando di capire insieme come funziona.

Che cos’è HE4? A cosa serve?

Con la sigla HE4, come abbiamo accennato nell’introduzione, ci si riferisce ad un particolare marker tumorale che viene utilizzato solo di recente. Si tratta di un marcatore estremamente sensibile per individuare la presenza di un cancro all’ovaio, un tumore molto diffuso nelle donne.

Più precisamente, questa sigla sta ad indicare la Human Epididymis Protein 4, una glicoproteina che fu inizialmente identificata nella porzione di testicolo dove vengono immagazzinati gli spermatozoi.

Spesso questo marcatore del tumore viene combinato insieme ad un altro marcatore che venne scoperto prima del HE4, ma che era anche meno efficace. Tuttavia la loro combinazione ci consente di essere molto più precisi anche nel monitoraggio degli effetti di un’eventuale terapia.

Quali sono i valori di riferimento?

Prima di parlare dei valori di riferimento, ricorda che questi possono cambiare di laboratorio in laboratorio, per cui ti consigliamo di dare peso solo ai valori che sono riportati sul tuo referto. 

In linea di massima i valori di riferimento di questo esame per le donne, visto che negli uomini non è applicabile, sono i seguenti:

  • Valori inferiori o uguali a 140 pmol/l.

Quali sono i risultati di cui bisogna preoccuparsi?

I valori di cui bisogna preoccuparsi maggiormente sono certamente quelli più alti del normale, ossia quelli che superano i 140 pmol/l. In questi casi potresti andare incontro alle seguenti condizioni patologiche:

  • Tumore alle ovaie;
  • Cisti ovariche;
  • Fibroma;
  • Cistoadenoma;
  • Mioma;
  • Endometriosi.

In ogni caso, però, un risultato negativo dell’esame non indica necessariamente che il tumore (o le metastasi) non sia presente, allo stesso modo in cui un valore positivo non ne conferma la presenza in modo definitivo.

Per arrivare alla diagnosi certa, infatti, il medico spesso prescrive una biopsia del tessuto, oltre ad altri eventuali esami di controllo da affiancare all’HE4.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons