Loading...

Ipercapnia: sintomi, cause e terapia

co2L’ipercapnia è un disturbo che prevede l’aumento di concentrazione di anidride carbonica nel sangue. Si tratta di un prodotto di scarto di molti processi cellulari, che dovrebbe essere espulso attraverso i polmoni.

Nel caso in cui il processo di espulsione dovesse diventare difettoso, si potrebbero incontrare valori appunto molto alti per quanto riguarda la percentuale di anidride carbonica nel sangue.

Vediamo insieme di saperne di più, individuando le cause e i sintomi di questa patologia e soprattutto le possibili cure.

Quali sono le cause?

Le cause responsabili dell’ipercapnia sono decisamente varie. Le trovate di seguito:

  • Ipoventilazione;
  • Malattie polmonari varie;
  • Svenimento;
  • Annegamento parziale;
  • Esposizione ad ambienti nei quali la concentrazione di anidride carbonica è troppo elevata (è il caso di terme vulcaniche o centrali geotermiche);
  • Esalazione di anidride carbonica.

Si tratta di un gruppo di cause piuttosto eterogeneo, che dovranno essere per forza di cose investigate dal medico che, una volta individuata le cause, potrà approntare anche una terapia adatta a interrompere l’ipercapnia.

Quali sono i sintomi?

I sintomi che in genere possono venire associati a questa specifica patologia sono:

  • Arrossamento localizzato della pelle;
  • Aumento della frequenza cardiaca;
  • Dispnea;
  • Spasmi muscolari incontrollati;
  • Attività cerebrale ridotta;
  • Aumento della pressione del sangue;
  • Mal di testa;
  • Letargia;
  • Stati confusionali;
  • Aumento della gittata cardiaca.

Si tratta di uno spettro di sintomi piuttosto ampi, che devono essere ovviamente valutati dal medico e messi in relazione con la possibile presenza di ipercapnia.

I valori di laboratorio ritenuti normali

Per ritenersi colpiti da ipercapnia si devono avere valori superiori a 45 mmHg. In aggiunta, anche i valori bicarbonato plasmatico HCO3- possono essere sballati.

Quali sono le possibili cure?

Le possibili cure per l’ipercapnia non sono di carattere generico, ma devono invece essere collegate a quelle che sono le cause che hanno portato all’ipercapnia. Si tratta di un processo che può essere affrontato però solo con l’aiuto di un medico che, preparato un percorso diagnostico, dovrà andare ad individuare le cause che hanno portato all’ipercapnia per poi rimuoverle.

Per la cura dei sintomi si può ricorrere comunque ad antidolorifici, che vanno a combattere le cefalee e i dolori in genere associati a questo tipo di patologia.

Il risultato delle analisi deve essere necessariamente posto all’attenzione del medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons