Loading...

Iperplasia Endometriale: cos’è e come si cura

iperplasia endometrialeL’iperplasia endometriale è una malattia che indica la fase iniziale di un tumore. L’endometrio è una mucosa della cavità interna dell’utero, l’iperplasia è una crescita anomala del tessuto endometriale. L’iperplasia endometriale è un segnale del rischio di tumore, ma non si tratta ancora di tumore.

Sintomi e diagnosi dell’iperplasia endometriale

In genere i sintomi vengono trascurati perché non causano dolori o particolari fastidi. I sintomi più comuni di iperplasia endometriale sono anomale perdite di sangue lontano dal periodo dell’ovulazione. Se vedete perdite anomale, consultate il vostro ginecologo e prenotate un appuntamento. Solo il medico potrà scoprire se si tratta di normale spotting o di una patologia seria.

Si inizia con un esame ecografico a cui segue un esame istologico del tessuto. Una parte dell’endometrio viene prelevata tramite una biopsia o tramite raschiamento. Il campione viene poi analizzato per arrivare alla diagnosi.

Classificazione delle iperplasie endometriali

L’iperplasia endometriale tipica è la forma meno seria e causa aumento dell’epitelio ghiandolare, presenta un minor rischio di sviluppo di tumore maligno. L’iperplasia endometriale atipica causa alterazioni nelle cellule e non è raro che muti in un tumore maligno. L’iperplasia endometriale polipoide è la forma più grave, causa polipi endometriali in genere benigni, ma devono essere comunque eliminati immediatamente con intervento chirurgico. Per prevenire le iperplasie endometriali basta fare attenzione ai sintomi e optare per le normali e periodiche visite di controllo dal ginecologo.

Cura e terapia

Le forme meno gravi di iperplasia endometriale si trattano con una terapia farmacologica ormonale a base di pillole contraccettive. Per la maggior parte delle pazienti questa terapia è efficace e riporta la situazione dell’endometrio alla normalità. Per forme di iperplasia endometriale più gravi, come la polipoide, la terapia farmacologica non basta e bisogna ricorrere all’intervento di rimozione dei polipi con isteroscopia operativa.

Nelle pazienti che hanno presentato recidive senza che la terapia farmacologica né quella chirurgica si siano rivelate efficaci, si opta per l’asportazione dell’utero tramite un intervento di isterectomia. Come sempre vi ricordiamo che i nostri articoli sono a scopo informativo e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico. Se pensate di soffrire di iperplasia endometriale, dovete necessariamente rivolgervi al ginecologo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons