Loading...

Irritazione anale: cause, sintomi e cura

irritazione analeIl prurito dell’ano è un forte fastidio che può portare il bisogno di doversi grattare spesso. Il prurito può essere imbarazzante e influire sulla qualità della vita della persona. Questo tipo di prurito può comparire a causa di fattori scatenanti molto vari.

Il prurito anale può essere una condizione momentanea o persistente, spesso non richiede cure specifiche, ma a volte può essere necessario chiedere aiuto al medico. Se il prurito persiste per molti giorni, causa bruciore o dolore o porta al sanguinamento della parte bisogna prenotare una visita dal medico sarà la cosa più giusta da fare.

Cause e sintomi

Il problema che provoca il prurito è spesso innocuo e può derivare da: secchezza della pelle, umidità (che causa infezioni da lieviti e funghi), psoriasi e saponi troppo aggressivi.

La comparsa di emorroidi o prolassi, nonché di fistole o ragadi, può essere causa di prurito anale anche se nella maggior parte dei casi il prurito è originato dal consumo di cibi piccanti. Anche un’alimentazione a base di cibi fritti o grassi può irritare l’ano.

Il caso più fastidioso di prurito anale è quello causato dagli ossiuri, ovvero parassiti che prolificano nell’intestino. In casi molto rari il prurito è provocato da un tumore anale. Anche ferite ed escoriazioni all’ano possono dare prurito. Infine l’eccessiva igiene logora la pelle e provoca infiammazione alla zona perianale.

Anche grattarsi acuisce il fastidio e il prurito. Continuare a grattare l’ano lo irrita maggiormente e aumenta lo stimolo a farlo ancora: per questo motivo è importantissimo smettere di grattarsi il prima possibile, anche nel caso in cui questo dovesse fornire l’inevitabile sollievo immediato.

Cura

Nel caso di prurito provocato da emorroidi o prolassi, è necessario un intervento chirurgico, ma se si parla semplicemente di secchezza della pelle, creme e pomate o unguenti e antistaminici rappresentano la cura più indicata.

Nel caso in cui il prurito abbia origine parassitaria, il medico opterà per una terapia con antiparassitari. Per aiutare la guarigione, indossate biancheria pulita e indumenti e intimo di tessuti naturali.

Il miglior modo per prevenire il prurito anale è la dieta: se evitate i cibi piccanti o speziati e optate per una dieta ricca di fibre e vitamine difficilmente soffrirete di prurito all’ano. Cercate infine di bere molta acqua per far sì che le feci restino morbide.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons