Loading...

Linfangioma cistico: la guida completa

linfoangioma cisticoIl linfangioma è una malattia che comunemente insiste sui vasi linfatici di:

  • Collo;
  • Inguine;
  • Cavo orale;
  • Ascelle.

In alcuni casi compare anche in altre zone del corpo e si tratta di tumore benigno. Oggi vi parleremo dei vari tipi di linfangioma, concentrandoci soprattutto sul linfangioma cistico.

Tipi di linfangioma

I linfangiomi possono essere suddivisi in tre gruppi diversi:

  • Il linfangioma capillare;
  • Il linfangioma cavernoso;
  • Il linfangioma cistico.

Il linfangioma cavernoso può verificarsi in una qualsiasi zona del corpo e le cisti possono raggiungere dimensioni anche superiori ai 3 cm. Il linfangioma capillare, detto anche ”linfangioma semplice”, si sviluppa su ascelle, collo o testa.

I linfangiomi vanno raggruppati anche per dimensioni delle varie cisti. Si parla, infatti, di:

  • Linfangioma microcistico, quando presenta cisti di dimensioni ridotte;
  • Linfangioma macrocistico, quando compaiono cisti che superano i 3 cm;
  • Linfangioma misto, quando sono presenti cisti piccole e grandi.

Il linfangioma cistico

Il linfangioma cistico genera una massa di dimensioni piuttosto grandi sotto la pelle. Provoca una lesione vascolare malformativa che spesso compare in età neonatale. La massa sottocutanea in genere è indolore e spesso cresce sul collo e sugli arti.

Il linfangioma cistico è causato da una proliferazione abnorme di vasi linfatici che si dilatano in modo anormale.

Sintomi, cause e terapia

La malattia compare attraverso delle lesioni sulla cute contenenti linfa dalle dimensioni medie di circa 1 o 2 cm. Spesso non sono doloranti, ma sono fastidiose se toccate.

Il linfangioma è una malattia di tipo congenito, ma non sempre si presenta. Può comparire a qualsiasi età e a volte può essere presente dalla nascita.

È raro che un linfangioma si trasformi in tumore maligno, ma può procurare comunque gravi danni alla salute e generare infezioni. La malattia può verificarsi anche dopo un trauma alla cute o un’infezione.

Se vedete sulla vostra pelle lesioni che vi fanno pensare ad un possibile linfangioma, contattate subito il vostro medico. Pur trattandosi un tumore benigno, non bisogna mai trascurare il problema. Il medico vi prescriverà gli esami utili alla diagnosi. Comunemente vengono prescritte un’ecografia e un esame istologico.

La cura consiste nella somministrazione di antinfiammatori specifici per la malattia. In genere la malattia regredisce a seguito della terapia antinfiammatoria. Nel caso in cui siate incinte, l’esame può essere fatto tramite ultrasuoni.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons