Loading...

Lussazione della spalla posteriore: tutto quello che c’è da sapere

Avere la spalla lussata significa dire che non si ha più una continuità tra le ossa del braccio, in particolare l’omero, e le ossa della spalla, principalmente la scapola

Nel nostro caso, parlando di lussazione posteriore della spalla, vedremo coinvolti la testa dell’omero che si stacca temporaneamente dalla cavità scapolare in cui dovrebbe essere posteriore proprio perchè va verso l’indietro. 

Questo tipo di trauma provoca un grande dolore e una scarsa mobilità della zona interessata e talvolta può anche gonfiarsi

Perchè si può lussare la spalla?

La lussazione della spalla è agevolata dalla sua fisionomia

A causa della sua mancanza di solidità, i traumi che possono portare a questa problematica sono molteplici. 

Tra i movimenti principali che possiamo effettuare con la spalla ci sono la rotazione verso l’interno e verso l’esterno; se effettuati in modo sbagliato o sovraccaricati, sarà più facile lussarsi la spalla. 

Altri fattori scatenanti possono essere una cascata con il braccio teso, un problema già presente che riguarda la spalla o addirittura attacchi epilettici nei soggetti predisposti.

Se ci si allena o si fa qualche sport di squadra o di contatto, la percentuale di procurarsi questo infortunio sarà maggiore. 

Qual è la sintomatologia di questo trauma?

Lussarsi la spalla può provocare molti danni al nostro sistema sia muscolare che scheletriconervoso

Infatti i punti di maggior interesse di questo trauma sono proprio le articolazoini, e in particolare tendini e legamenti, oltre che i nervi che troviamo vicino le ascelle, vene e arterie. 

A livello visivo notiamo che in alcuni casi la testa dell’omero può essere visibile sotto la forma di una cunetta, il muscolo deltoide potrebbe non essere nella sua forma naturale e inoltre si tende a portare verso l’interno il braccio. 

Attraverso poi varie verifiche si può vedere anche la presenza di lesioni che interessano la scapola

Il dolore è sicuramente un fattore che ci permette di notare la possibilità di esserci lussati una spalla, ma vi sono anche tanti altri fattori. 

La spalla quasi sicuramente potrebbe gonfiarsi e compromettere il regolare flusso del sangue che farà addormentare tutto il braccio. 

Molti movimenti, come alzare il braccio e ruotarlo in varie direzioni, non possono essere effettuati e si sentiranno degli scrocchi

Solitamente per essere più sicuri di un’eventuale lussazione, si fanno gli esami di radiografiatac e si viene visitati da medici esperti. 

Quali sono le ulteriori conseguenze?

La lussazione posteriore della spalla potrebbe compromettere i nervi, portare alla formazione di fratture e rovinare i tendini e i legamenti presenti in questa zona del corpo. 

Anche dopo aver completato il lavoro di ristabilire un corretto equilibrio tra spalla e testa dell’omero, molti risentono di questo trauma trovando problematiche alcune azioni. 

Inoltre potrebbe ripresentarsi di nuovo il problema della lussazione. 

Come fare per aggiustare la spalla?

La prima cosa da fare è rivolgersi ad un medico esperto in questo campo che farà una manovra, detta di riduzione, che va a ripristinare la corretta fisionomia della spalla. 

Successivamente si dovrà portare un tutore che servirà a non provocare ulteriore danno all’articolazione proteggendo da movimenti bruschi dando così la possibilità di una migliore cicatrizzazione

Per ridurre il dolore è consigliato l’uso di ghiaccioantidolorifici e antinfiammatori

Dopo il tempo di cura con il tutore, bisogna affidarsi ad esperti per fare fisioterapia che solitamente comprende dei massaggi, lavori di rinforzo della spalla e del braccio oltre che stretching e apertura. 

La durata del trattamento potrebbe durare molti mesi. 

In alcuni casi, però, bisogna ricorrere alla chirurgia

Se la lussazione è grave e ha compromesso molti tendini e legamenti, allora bisogna operarsi. 

Si deve poi trascorrere un periodo di fisioterapia di che va dai 3 ai 6 mesi. 

Riabilitazione

Se si ha avuto una lussazione posteriore della spalla non molto grave, allora è possibile che si possa tornare a fare tutti i movimenti possibili che si effettuavano prima del trauma. 

Al contrario, se la lussazione è grave, il periodo di degenza sarà maggiore e sarà più difficile tornare a fare determinati movimenti. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons