Loading...

Mal di testa: non ha solo cause organiche, ma anche psicologiche

Tutti abbiamo sofferto almeno una volta di un attacco di emicrania. Sappiamo dunque quanto sia invalidante e problematico, tanto da rendere impossibile condurre una vita normale.

Le cause scatenanti possono essere innumerevoli e, se ne soffri con frequenza, il consiglio è quello di richiedere un parere medico e di fare accertamenti per rilevare eventuali cause organiche che generalmente sono curabili.

Sappiamo bene, però, che sulla qualità della vita influiscono anche lo stress e i disagi emotivi e psicologici. Questi possono manifestarsi con sintomi da non sottovalutare che potrebbero anche portare allo sviluppo di malattie psicosomatiche.

La cefalea primaria

Con questa definizione si indicano i mal di testa che non hanno causa organica e non rappresentano il sintomo di altre malattie. Spesso si arriva a questa diagnosi dopo aver effettuato accertamenti.

Da molti studi clinici è emerso che le cefalee sono associate a stati di disagio psicologico. Si manifestano spesso durante l’età evolutiva che è di per sé delicata e problematica.

Molte forme di emicrania sono associate a stati depressivi e ad altri disturbi dell’umore, a sottolineare come il nostro corpo rispecchi esattamente quello che abbiamo dentro.

Lo stato generale di salute è il risultato di un benessere fisico inteso come assenza di patologie, ma anche di un più ampio e importante benessere psicologico che ci porta a condurre una vita serena e a gestire il quadro emotivo.

Dunque dietro al mal di testa si potrebbero nascondere paura del giudizio, fobie, disagio sociale e personale, pensieri intrusivi, mancanza di accettazione, dipendenze, ansia generalizzata e depressione.

Cosa fare?

Se stai attraversando un momento difficile, e il tuo umore non è al massimo, o se senti che la depressione fa parte delle tue giornate, non devi provare disagio nel chiedere aiuto.

Dopo aver accertato che non vi siano cause organiche, fermati un attimo a pensare a come ti senti e richiedi un colloquio con il tuo medico che potrà indirizzarti verso uno specialista.

Un esperto ti aiuterà a capire quali sono le cause scatenanti e ti insegnerà ad incanalare le sensazioni e le emozioni. Potrebbe anche prescriverti un percorso psicologico o farmacologico.

Un consiglio è quello di dedicare del tempo alla cura della tua mente con attività rilassanti, un hobby, ascoltando musica o scrivendo. Impara ad ascoltare i messaggi che il tuo corpo cerca di inviarti e non ignorarli.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons