Loading...

Malattia da decompressione: sintomi, cause e cura

malattia decompressioneLa malattia da decompressione colpisce soprattutto i subacquei, ma anche tutte quelle persone che sono sottoposte a cambiamenti repentini di pressione. Causa principale della malattia da decompressione o MDD è un accumulo di bolle di azoto nell’organismo.

Sintomi

La MDD che interessa tutto l’organismo può essere letale anche immediatamente o insorgere nel tempo. I sintomi più frequenti della MDD sono:

  • Stanchezza;
  • Formicolio ed eruzioni cutanee;
  • Articolazioni doloranti;
  • Problemi respiratori e al cuore;
  • Vista offuscata;
  • Vertigini;
  • Mal di testa e mal di stomaco;
  • Stato confusionale o di incoscienza;
  • Perdita dell’udito.

Talvolta l’unico sintomo è una strana e forte stanchezza. Se pensate di avere la MDD, dopo un’immersione fatevi immediatamente controllare da un medico.

Cause

Come si accumula l’azoto? Quando ci immergiamo aumenta la pressione esercitata dall’ambiente sul corpo, il cambiamento di pressione causa l’assorbimento dell’azoto. Questa condizione non crea problemi al corpo fino al punto in cui la pressione del corpo e quella esterna non si eguagliano. Per abbassare i livelli di azoto bisogna necessariamente risalire lentamente per permettere all’azoto di fuoriuscire senza arrecare danni al corpo.

Se si risale troppo in fretta, l’azoto crea delle bolle e provoca le normali conseguenze della MDD.

Come prevenire la MDD?

Mai azzardare un’immersione! Prima di tutto bisogna sapere come immergersi o essere accompagnati da un esperto. Inoltre bisogna seguire i tempi di decompressione del corpo preoccupandosi di avere il tempo necessario per liberare l’azoto senza danni.

Non bisogna mai risalire troppo vicini alla saturazione di azoto. Attenzione a stress, acque profonde o fredde! Possono aumentare il livello di azoto!

Anche l’età avanzata, il consumo di bevande alcoliche o l’eccessiva attività durante l’immersione possono aiutare l’insorgere della MDD. Il peso eccessivo può provocare la comparsa della malattia da decompressione dopo un’immersione, il grasso trattiene più azoto rispetto alla massa magra.

Rimedi

L’unico modo per rimediare alla MDD è la somministrazione di ossigeno in forma pura fino all’arrivo al pronto soccorso. In seguito si potrà seguire una terapia in una camera iperbarica e una terapia di decompressione. Bisogna comunque affidarsi a medici competenti e chiedere cosa fare in caso di MDD.

Talvolta la MDD può interessare solo cute e articolazioni, ma si tratta di una forma meno grave e non letale della malattia, anche se deve comunque essere curata. Se avvertite dolore alle articolazioni e/o notate un arrossamento della cute con conseguenti eruzioni, chiedete subito ad un medico.

Può accadere che la MDD danneggi i tessuti. Una volta interrotto il flusso sanguigno può esserci il bisogno di eliminare chirurgicamente la parte di tessuto danneggiato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons