Loading...

Mastopatia Fibrocistica: sintomi, diagnosi e cura

mastopatia fibrocisticaLa mastopatia fibrocistica è una patologia a carico di uno o entrambi i seni che causa seno teso, turgido e contratto, soprattutto tra l’inizio e il termine del ciclo.

Si tratta di una patologia che vede interessata anche la presenza di alcuni noduli, di natura benigna, che può essere comunque trattata per ridurre quantomeno le sue manifestazioni.

Vediamo insieme di saperne qualcosa di più.

Come si riconosce?

La mastopatia fibrocistica si presenta con una sensibilità al seno accentuata, che spesso si trasforma anche in sensazione spiccata di dolore. Il seno appare al tatto molto turgido, contratto e si avverte una tensione costante e continua soprattutto nei giorni che precedono il ciclo.

Questi sintomi tendono a ridursi in genere con il termine del ciclo mestruale, per poi ripresentarsi all’inizio del successivo.

Quali sono le cause?

Le cause della mastopatia fibrocistica sono ancora incerte. Si pensa che ci sia un interessamento degli ormoni prodotti dall’ovaio, interessamento che però deve essere coadiuvato da una predisposizione genetica alla formazione di questi noduli.

Intervenire in tempo è di fondamentale importanza, soprattutto per essere certe che si tratti davvero di mastopatia fibrocistica (e dunque benigna) e non piuttosto di altre patologie maligne che possono avere manifestazioni ed epifanie piuttosto simili a queste che abbiamo elencato.

Come ci si può curare?

Trattandosi di una patologia benigna, a meno che i sintomi non causino problemi eccessivi, non richiede particolari interventi. Il problema tende a regredire da solo e le terapie che vengono messe in pratica dai medici tendono piuttosto a far diminuire il dolore avvertito al seno.

Per questo motivo in genere si ricorre a:

  • Farmaci come FANS o antidolorifici;
  • Interventi di drenaggio del liquido, solo nel caso in cui il problema sia grave e in genere visibile anche a occhio nudo;
  • Come via residuale l’intervento chirurgico, che però viene riservato esclusivamente a quei casi particolarmente gravi e con dolore molto acuto.

Si tratta comunque, come detto poco prima, di una patologia benigna e che quindi non ha bisogno di alcuna terapia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons