Loading...

Menopausa chirurgica e calo del desiderio

Le donne  in menopausa chirurgica soffrono di disturbo da desiderio sessuale ipoattivo, un problema spesso vissuto con imbarazzo. Il disturbo può provocare disagio psicologico e difficoltà nei rapporti con il proprio partner.

All’origine del disturbo c’è una ragione di tipo ormonale indipendente dalla volontà della donna. Il disturbo da calo del desiderio sessuale viene anche chiamato HSDD, acronimo di Hypoactive Sexual Desire Disorder.

Vediamo di cosa si tratta.

Menopausa chirurgica e calo del desiderio: le cause

Nelle donne in menopausa chirurgica, ovvero che hanno subito asportazione delle ovaie e/o isterectomia, si verifica un calo dei livelli del testosterone immediato.

Il testosterone ha un ruolo fondamentale nel regolare il desiderio sessuale della donna e, pur essendo un ormone maschile, è presente nell’organismo delle donne. Viene prodotto per metà dalle ovaie e per metà dalle ghiandole surrenali.

Per questo a seguito di un intervento di asportazione di utero o ovaie i livelli di testosterone diminuiscono del 50%. Le donne che soffrono di questo disturbo si sentono infelici e meno donne e vivono in un profondo disagio.

Molte donne preferiscono non interpellare il ginecologo e rimangono in silenzio. Consigliamo di recarsi dal ginecologo per affrontare con consapevolezza il problema e per risolverlo.

Cura e terapia

Il cerotto transdermico contenente testosterone aiuta a recuperare il desiderio, ma può essere prescritto solo da un medico. Per questo è necessario fare il primo passo e sottoporsi ad una visita ginecologica.

Il cerotto si utilizza per curare il disturbo nella totalità delle donne che sono state sottoposte ad isterectomia e/o che hanno subito una ovariectomia bilaterale. Il cerotto si può somministrare anche se è in corso una terapia estrogenica.

Conseguenze dell’intervento

Dopo l’asportazione di utero e/o delle ovaie si ha uno stato di menopausa immediato e aumenta il rischio di osteoporosi e di sviluppare malattie cardiache.

I cambiamenti ormonali possono influenzare le beta endorfine, ovvero gli ormoni della sensazione del benessere. Per questo causano sbalzi di umore e aumentano il rischio di sviluppare malattie cardiache.

Rimanere in contatto con il proprio ginecologo effettuando controlli periodici aiuta a mantenersi sane e ad affrontare meglio il problema. Non restare nell’ombra, prenota la tua visita dal ginecologo!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons