Loading...

Micosi Vaginale: sintomi, cause e cura

micosi vaginaleLa micosi vaginale è un’infezione da funghi che colpisce, appunto, il canale vaginale e più in generale l’interno dell’apparato genitale femminile.

Si tratta di un’infezione che può causare a volte disturbi, ma che il più delle volte si risolve in un fenomeno che viene chiamato commensalismo. Si tratta di una circostanza nella quale l’ospite (il fungo) si adatta all’equilibrio vaginale senza alterarlo e dunque senza mostrare sintomi evidenti.

Il problema si crea quando l’equilibrio interno della vagina viene meno e i funghi possono proliferare, andando a creare il problema di cui ci occupiamo in questo articolo.

Quali sono i sintomi della micosi vaginale?

La micosi vaginale si contraddistingue a causa dei seguenti sintomi:

  • Abbiamo un fastidioso prurito intimo, che può portare a grattarsi anche con una certa insistenza;
  • Arrossamento dell’aerea esterna;
  • Perdite che possono essere di colore bianco, o a metà tra il verde e il giallo. Le perdite in questione hanno in genere cattivo odore;
  • Può essere presente anche dolore durate l’atto sessuale;
  • Nei casi più estremi può anche causare impossibilità del concepimento.

In caso di presenza di questi sintomi si rende necessario rivolgersi al ginecologo, che dopo gli accertamenti di rito, individuerà quali sono le modalità da perseguire per in primis individuare l’origine del problema e poi successivamente andare ad individuare le terapie più adatte.

Quali sono i funghi che in genere causano micosi?

I funghi che possono attaccare la vagina sono diversi, anche se senza dubbio la Candida Albicans è quella più diffusa. Inoltre possono anche essere presenti varianti del fungo, come il Glabrata, il Tropicalis e il Krusei.

In genere i funghi proliferano quando:

  • Abbiamo seguito cure antibiotiche per periodi piuttosto lunghi;
  • Abbiamo avuto disturbi intestinali;
  • Soffriamo di diabete;
  • Stiamo affrontando la menopausa;
  • Abbiamo una dieta troppo ricca di zuccheri, di cui i funghi finiscono per cibarsi.

Curare si può

La micosi può essere curata in genere con il dispositivo combinato di anti-micotici (che possono essere assunti per via orale, con candelotti, con ovuli o con creme ad applicazione topica) di concreto con una maggiore igiene intima.

Al contempo si possono anche andare a modificare i canoni della dieta che seguiamo, andando a ridurre lieviti e zuccheri, dei quali i funghi si cibano.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons