Loading...

Micropene o pene piccolo: la guida

I casi reali di micropene sono davvero rari. Un pene realmente piccolo (detto anche microfallo), nella maggior parte dei casi si nota già dalla nascita o nei bambini.

Spesso molti uomini si preoccupano per le dimensioni del proprio pene, le percepiscono ridotte, ma in realtà sono del tutto normali.

Alcuni tipi di sindromi, come quella di Willy-Prader-Labttart, di Salistury, di Lovinger- Kaplan-Grumbach, il nanismo ipofisario e infine la sindrome di Kallmann-De Morrier, possono causare un micropene accertato già durante il corso dell’infanzia.

Altre patologie che causano un micropene sono: ipogonadismo, ipoplasia scrotale, anorchidia, criptorchidismo e micropene idiopatico vero. Vediamo ora di capire meglio quali sono le dimensioni normali del pene e quando si parla davvero di micropenia.

Questione di dimensioni

Un pene di 8 cm a riposo è perfettamente normale, la media a riposo è da 8 a 13 cm, con circonferenza di circa 10 cm. Dimensioni vicine alla media sono del tutto comuni, quindi non si parla in alcun modo di micropene.

In questo caso, al massimo potrai dire che le tue dimensioni non sono esagerate, ma il tuo pene è del tutto normale. Niente paura! Un micropene è di 2,5 volte più piccolo rispetto al normale sia di circonferenza che di lunghezza.

Come anticipato, un micropene è causato da patologie riconoscibili spesso associate a problemi ormonali, quindi se il tuo pene rientra nelle dimensioni medie e non hai problemi di salute, è tutto ok.

Se il problema è semplicemente la percezione che hai di te, dovrai imparare ad accettarti. Se non riesci a sentirti a tuo agio, non temere di chiedere aiuto ad uno psicologo.

Potresti soffrire di dismorfofobia peniena, conosciuta anche con il nome di sindrome da spogliatoio. In questo caso il soggetto non riesce a percepirsi come adeguato ed è portato a fare continui confronti con gli altri.

Ha paura di spogliarsi davanti ad estranei, teme il giudizio e finisce per isolarsi ed evitare i momenti di intimità. Si tratta di una condizione psicologica che si può trattare tranquillamente, non aver paura di chiedere aiuto al tuo medico di fiducia o ad uno psicologo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons