Loading...

Mosche negli occhi e miopia: esiste una connessione?

Soffrire di mosche negli occhi può essere davvero fastidioso, in quanto si tratta di macchioline che si muovono nel campo visivo, ma che in realtà non ci sono davvero. Il cervello interpreta il segnale errato e vede come un oggetto che fluttua nel campo visivo.

Le mosche negli occhi possono comparire anche in altri modi, come ad esempio flash luminosi, puntini, stelline o lampi e si conoscono anche con il nome di fotopsie. Le fotopsie si vedono anche sfregandosi gli occhi.

In genere le mosche negli occhi, o mosche volanti, rappresentano un fenomeno che si verifica a causa della miopia dopo i 40-50 anni, in genere in chi ha una seria miopia da molto tempo.

In alcuni casi è, però, possibile che compaia anche in soggetti più giovani che soffrono di miopia da molto tempo. Conosciamo meglio le mosche negli occhi e cerchiamo di capire come ci possiamo difendere.

Sintomi

I sintomi più comuni delle mosche negli occhi sono:

  • Macchioline;
  • Reticolati;
  • Filamenti.

I sintomi che portano a vedere ingombri luminosi sono:

  • Stelline;
  • Flash luminosi;
  • Puntini;
  • Lampi;
  • Bagliori bianchi a zig zag.

In alcuni casi possono anche essere accompagnati da cefalea ed è importante rivolgersi al medico. Vediamo ora quali sono le cause delle mosche negli occhi e come ci si può difendere.

Cause e trattamento

Le cause delle mosche negli occhi sono varie e diversificate. Anche la disidratazione e ad alcune carenze vitaminiche possono provocare le mosche negli occhi, ma anche alcune patologie e la miopia possono esserne la causa.

Solo un medico, durante una visita specialistica, potrà indicarti la precisa origine delle tue mosche negli occhi, ma se soffri di miopia da tempo, è probabile che essa abbia influito sulla tua retina e abbia finito per provocare le mosche negli occhi.

Il trattamento va prescritto dal medico, ma in genere si consiglia di proteggere gli occhi con occhiali appositi, tenere idratati gli occhi e l’organismo e assumere integratori specifici.

Solo raramente si ricorre ad un intervento chirurgico perché i rischi sono spesso maggiori dei benefici.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons