Loading...

Necrosi: cause, sintomi, cura

necrosiLa necrosi, meglio conosciuta come cancrena, riguarda la morte di un tessuto o la decomposizione di esso. Questo tipo di processo si innesca quando il flusso sanguigno viene interrotto, la parte non riceve più ossigeno e inizia a morire.

In alcuni casi la necrosi è incoraggiata da alcune patologie come il diabete, l’obesità o anche l’aterosclerosi. Le cause principali e più comuni dello sviluppo di una necrosi sono:

  • Diabete;
  • Obesità;
  • Aterosclerosi;
  • Congelamento;
  • Infezioni;
  • Ischemie.

La cancrena può essere secca o umida. Si parla di cancrena secca, quando il tessuto rattrappisce e letteralmente si secca, quando invece la cancrena è umida, essa è provocata da dei batteri che ne sono la causa scatenante. Esiste anche un tipo di cancrena detta gassosa che è generata da tossine che si sviluppano da una ferita.

Sintomi

sintomi della cancrena sono riconoscibili e se ne individuate, correte immediatamente in ospedale per evitare che la parte debba essere amputata o per evitare addirittura il decesso.

Se notate:

  • Colore scuro o rossastro della pelle;
  • Gonfiore;
  • Tessuto molle e marcescente;
  • Tessuti avvizziti e come mummificati;
  • Cattivo odore;
  • Febbre;
  • Dolore;
  • Insensibilità della parte.

Andate subito in ospedale senza perdere tempo. Ovviamente i sintomi dipendono dal tipo di cancrena, ma nessuno va trascurato. La diagnosi va fatta da un medico a seguito di un controllo e di esami specifici.

Cura

Se non è possibile recuperare la funzionalità e l’ossigenazione del tessuto o dell’arto, esso va assolutamente amputato per evitare che la cancrena si diffonda e che la situazione volga al peggio.

Una cancrena troppo diffusa potrebbe causare il decesso della persona affetta perché potrebbe provocare una setticemia. Le cellule morte potrebbero diffondersi nel sangue e causare quindi il decesso.

Se notate i sintomi di una cancrena, non perdete tempo, correte subito in ospedale, se sapete di essere soggetti a rischio, controllatevi sempre gli arti, in alcuni casi la perdita di sensibilità non permette di individuare la cancrena in tempo.

Se siete obesi o siete affetti da diabete, fate anche molta attenzione a tutte le piccole ferite che potrebbero infettarsi e dare origine ad una cancrena. Monitoratevi sempre e fate attenzione a quello che accade al vostro corpo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons