Loading...

Noduli sotto le ascelle: la guida

l noduli alle ascelle spesso sono dovuti alla presenza dei linfonodi , una parte del nostro corpo che può ingrossarsi causando qualche ansia.

Spesso non c’è motivo di preoccuparsi dato che nella maggior parte dei casi si tratta di una semplice infiammazione di un bulbo pilifero o di un accumulo di batteri che provoca a sua volta un’infezione spesso innocua che va via in qualche giorno.

Se il gonfiore non passa, vanno fatti esami specifici e in alcuni casi può essere necessario dover rimuovere la massa tramite un intervento chirurgico. Vediamo ora di approfondire l’argomento e di capire come comportarsi in caso di linfonodi ingrossati.

Linfonodi ingrossati: cosa fare?

Se l’infezione passa, non c’è motivo di preoccuparsi, ma in caso risulti necessario un esame approfondito, una volta ottenuti i risultati, il medico deciderà quale trattamento far seguire al paziente.

Una delle possibili cause di linfonodi ingrossati alle ascelle può essere un linfoma. Il linfoma provoca un’infiammazione con presenza di gonfiore. Se dall’esame si scopre un cancro, nell’80% dei casi la prognosi è ottimale.

I linfonodi ingrossati possono anche essere sintomo di presenza di un tumore al seno che causa dolore all’ascella e fastidi di vario genere. In caso di sospetto di tumore al seno, è necessario eseguire una diagnosi prima possibile.

In caso di tumore, l’ingrossamento dei linfonodi delle ascelle è causato soprattutto dal fatto che oltre il 70% della linfa che circola nelle mammelle finisce tra il gruppo pettorale e apicale dei linfonodi delle ascelle.

Una formazione maligna si distingue da una comune follicolite. In genere la follicolite non causa sintomi evidenti oltre al gonfiore, mentre una formazione maligna provoca:

  • Febbre;
  • Sudorazione eccessiva;
  • Insonnia;
  • Perdita di peso apparentemente inspiegabile.

In casi sospetti, un medico specialista prescriverà esami specifici e, se necessaria, anche una terapia mirata. I linfonodi ingrossati possono essere causati anche da altre patologie, come ad esempio:

  • Sarcoidosi;
  • HIV, AIDS.

Spesso i linfonodi ingrossati sono un problema del tutto passeggero e non si tratta di nulla di preoccupante. Solo in alcuni casi si tratta di spie di una patologia tumorale. Ricorda che la nostra guida ha funzione informativa e che non si sostituisce al parere del medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons