Loading...

Nodulo al seno: possibili cause e rimedi

nodulo senoGià un semplice controllo fatto da sole può metterci davanti a questo tipo di problema. Parliamo del nodulo al seno, un indurimento di forma sferica all’interno di una delle nostre mammelle. Si tratta di un problema che desta in genere preoccupazioni nella donna ed è per questo motivo che abbiamo preparato un opuscolo informativo.

Quali sono le cause che portano al nodulo? Di cosa si tratta? Cosa può significare? Risponderemo a queste e ad altre domande nel corso del nostro articolo. Continuate a leggere.

Fibroadenoma

Questo è il nome scientifico del nodulo al seno e si tratta di un tumore benigno che colpisce in genere le donne che hanno più di 35 anni d’età. Le dimensioni sono delle più varie e possono anche arrivare, nei casi estremi, a causare fastidi importanti alla donna.

Possibilità cisti

Non tutti i noduli però sono tumori benigni o fibroadenomi. In alcuni casi si può trattare infatti di una banale ciste, una conformazione che presenta al suo interno liquido sieroso. Si tratta di un’eventualità che non presenta rischi, ma che comunque in genere comporta lo svuotamento con un piccolissimo intervento che non impiega che pochissimi minuti.

Carcinoma mammario

In alcuni casi, statisticamente minoritari, ci si può trovare in presenza di un carcinoma mammario, ovvero un tumore al seno. In questo caso, che si verifica comunque quasi esclusivamente nelle donne che hanno più di 45 anni, il nodulo è irregolare e al contrario di quelli benigni è molto duro al tatto.

L’importanza dell’autopalpazione

Dato che ci si trova davanti ad un problema che può essere risolto con estrema facilità quando preso per tempo, è importantissima l’autopalpazione. Si tratta di una procedura che si può fare in casa, da sole e che renderà evidente la presenza o meno di noduli.

Cosa fare se hai un nodulo

Nel caso in cui alla palpazione hai avvertito la presenza di un nodulo, è importantissimo rivolgersi al medico nel più breve tempo possibile. Gli screening diagnostici possono infatti stabilire molto facilmente di quale delle 3 possibilità si tratti, dando inizio al percorso di cura che prevede, nella stragrande maggioranza dei casi, l’asportazione della massa.

Nei primi due casi si possono dormire sonni molto tranquilli, nel terzo è invece fondamentale la precocità della diagnosi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons