Loading...

Occhi che tremano davanti al pc: che succede?

Più volte abbiamo parlato di tutti i rischi legati alle molte ore passate davanti al pc ed abbiamo visto come una simile attività abbia effetti negativi, che coinvolgono diversi aspetti e che possa mettere a rischio la nostra salute.

Il lavoro d’ufficio o l’eccessivo tempo dedicato al gaming che ci tengono incollati allo schermo del nostro computer sono, in particolar modo, tra i peggiori nemici dei nostri occhi e possono causarci bruciori, secchezza, fastidi visivi o addirittura tremori.

Le cause

Gli occhi che tremano sono sinonimo di stress visivo prolungato, per cui è molto probabile che non si stanno mettendo in atto le giuste contromisure per proteggere la vista dagli effetti dannosi del pc.

La luce dello schermo, solitamente molto più intensa di quella naturale, crea una situazione di iperesposizione, che costringe il nostro sistema visivo a lavorare di più ed anche con più fatica.

Questa situazione provoca inizialmente appannamento e secchezza, sintomi che, però, a lungo andare possono degenerare, anche rapidamente, in problematiche più serie come: emicranie, difficoltà dell’attenzione o abbassamento della vista.

Bisogna, quindi, bloccare sul nascere questo circolo vizioso o ancor meglio cercare di prevenire, seguendo le regole che indicano un comportamento mirato alla tutela dei nostri occhi.

Quindi cosa fare?

La tutela dei nostri occhi non è così difficile da mettere in atto, i consigli che gli esperti ci danno invitano a rivedere le nostre abitudini di lavoro o di svago davanti al pc, così da utilizzarlo nel modo più corretto.

Vediamo quali solo queste regole:

  • Luminosità dello schermo e luce ambientale: questo è il primo aspetto a cui prestare attenzione; bisogna infatti cercare di armonizzare l’ambiente visivo, cercando di illuminarlo il più possibile affinché la luce dello schermo non risulti prevalente;
  • Distanza dallo schermo: che va mantenuta di almeno 60-80 centimetri, così che si possano mettere a fuoco le immagini sullo schermo senza però esporre gli occhi alla luce eccessiva che da esso proviene;
  • Riposo: è impensabile infatti continuare a lavorare al pc per ore senza soste; ogni 30 minuti bisognerebbe riposare gli occhi per almeno 2 minuti ed anche durante l’utilizzo, bisogna ricordarsi di sbattere le palpebre con costanza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons