Loading...

Occhio pigro: che cos’è

L’occhio pigro è una condizione piuttosto comune che colpisce circa il 4% della popolazione. Questo problema causa una riduzione della capacità visiva di un occhio e solo raramente di entrambi.

In ambito medico il nome dell’occhio pigro è ambliopia. Questa patologia causa una trasmissione scorretta dei segnali tra l’occhio e il cervello e che quest’ultimo, in risposta, finisce per privilegiare un solo occhio a discapito dell’altro che non funziona correttamente.

Proprio a causa di questa alterata capacità di uno degli occhi quello che risulta meno attivo viene praticamente escluso e dal cervello e il segnale visivo passa soprattutto tramite l’occhio sano.

In genere se il problema di ambliopia (occhio pigro) viene gestito entro i primi 5-6 anni di vita di un bambino, si riesce a combattere rapidamente e facilmente con qualche adattamento nella vita quotidiana.

Che cos’è

L’occhio pigro è un problema che affligge in genere un solo occhio e solo di rado entrambi, si parla quindi di un problema monolaterale. Questa patologia non consente all’occhio di vedere bene e rispondere allo stimolo luminoso in modo da attivare correttamente la retina.

Per questo non si verifica la corretta stimolazione e a causa dei difetti di rifrazione arrivano dei segnali non corretti al cervello. Tra le cause più comuni dell’occhio pigro troviamo:

  • Strabismo;
  • Anisometropia;
  • Ptosi alla palpebra;
  • Cataratta.

Sintomi e segnali

Notare i sintomi non è facile. Capire che il bimbo soffre di occhio pigro non è così immediato dato che spesso non ci si accorge di soffrirne né di avere problemi alla vista dato che il cervello compensa il difetto.

I sintomi possono anche essere così trascurabili e leggeri che i genitori possono non notarlo. Il modo migliore è effettuare una prima visita di controllo entro i 3-4 anni di età del bimbo.

La visita dall’oculista è fondamentale per la diagnosi. La valutazione ortottica si effettua durante una visita oculistica durante la quale si valuta la motilità oculare.

Terapia

La prevenzione è fondamentale, sottoporre il bambino a visite periodiche dai sei mesi fino ai 5-6 anni di vita è il solo metodo per gestire il problema. La terapia consiste comunemente nell’occlusione dell’occhio attivo in modo da aiutare l’occhio pigro a lavorare in modo corretto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons