Loading...

Olio di cocco: aiuta davvero a sbiancare i denti?

L’ olio di cocco si ricava dai frutti della pianta Cocos nucifera tipica delle zone tropicali. La cosiddetta copra è la mandorla delle noci di cocco ed è la base per la preparazione di questo olio.

Proprietà dell’olio di cocco

L’olio di cocco è usato sia in ambito alimentare che in ambito cosmetico. Per quanto riguarda il primo ambito possiamo dire che ha notevoli funzioni protettive del sistema cardiovascolare e dell’apparato digerente.

Aiuta a prevenire l’arteriosclerosi e stimola la digestione. E’ un grande alleato del sistema immunitario, aiuta a contrastare l’acne ed è un prodotto naturale utilizzato anche per il controllo del colesterolo.

In cucina viene spesso usato al posto del burro per insaporire le pietanze e, al contrario del burro e dell’olio di oliva o di semi vari, contrasta la stanchezza in quanto non produce radicali liberi in cottura.

Uso cosmetico dell’olio di cocco

Questo prodotto è di grande aiuto per la beauty routine. E’ l’elemento base per molti prodotti che si possono creare a casa quali ad esempio:

  • Struccante, lozione per il corpo, balsamo labbra, crema contorno occhi, brush cleanser, scrub corpo e anche, a sorpresa, come dentifricio sbiancante.

La medicina ayurvedica utilizza l’olio di cocco per disintossicare bocca e corpo. Il concetto principale dell’oil pulling (nome dell’antica pratica per l’igiene orale) si basa sull’idea che ogni parte della lingua sia collegata ad un organo preciso. Purificare quindi la bocca significa sanificare in questo modo anche il resto del corpo.

Nello specifico, l’utilizzo dell’olio di cocco in bocca porta molti benefici:

  • Combatte l’alitosi;
  • Evita l’infiammazione delle gengive;
  • Riduce la formazione della placca;
  • Effetto sbiancante.

Effetto sbiancante dell’olio di cocco

Questo prodotto può essere usato sia puro che miscelato ad altri componenti. Una volta sciolto deve essere travasato in un contenitore ermetico, tenuto in frigorifero per farlo solidificare ed estratto poco prima di essere usato per ottenere la consistenza adatta ad essere spalmato sullo spazzolino.

Viene usato come un normale dentifricio e poi deve essere risciacquato abbondantemente per non lasciare residui.

Attenzione a non scambiare questo rimedio come sostituto del normale dentifricio, deve solo essere considerato come un aiuto in più contro batteri carie e placca. Ricordate inoltre di non tralasciare le visite dal vostro dentista di fiducia per qualsiasi problema legato al cavo orale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons