Loading...

Orgasmo doloroso: cos’è e come trattarlo

L’orgasmo doloroso non è purtroppo un’eventualità che colpisce solo gli uomini con problemi alla prostata. Questo problema infatti può colpire anche le donne, e non riguarda esclusivamente i casi di vaginite, che causano dolore anche durante il rapporto.

Si tratta purtroppo di un argomento tabù, che le donne non vogliono affrontare con il proprio medico e per questo motivo il problema continua a persistere.

Vediamo insieme di saperne di più, in una rassegna che come obiettivo principale ha quello di conoscere per curare e soprattutto di prendere coraggio per parlarne al proprio ginecologo.

Durante il rapporto o durante l’orgasmo?

Per prima cosa bisognerebbe tenere separati due eventi diversi. Quando il dolore infatti si presenta durante la penetrazione, siamo in genere in presenza di quello che è un problema di vaginite. Si tratta di un problema decisamente separato da quello che è quello dell’orgasmo doloroso e va trattato a parte.

Se il dolore si presenta invece durante le contrazioni tipiche dell’orgasmo, siamo in presenza di quella che viene chiamata dispaurenia.

Quali sono le cause della dispaurenia?

Le cause della dispaurenia possono essere le più diverse:

  • Si può trattare di un disturbo autoimmune, come la sindrome di Sjogren;
  • Più frequentemente si può trattare in vece di problemi come cicatrici dolore all’interno del canale vaginale;
  • Si può trattare di agenesia, un disturbo congenito che causa malformazione o assenza del canale vaginale;
  • Infezioni o infiammazioni del canale vaginale;
  • Nel caso invece di periodo successivo alla menopausa, si può trattare di problemi di carattere ormonale.

Si può trattare? Si può curare? Come fare?

Sì, anche se la diagnosi non può essere svolta su un sito Internet e richiede certamente l’intervento di uno specialista, il quale, una volta individuate le cause, prescriverà la cura più adatta.

Nella maggioranza dei casi si tratta di infezioni batteriche curabili molto facilmente con una terapia antibiotica.

Nel caso di cicatrici dolorose, invece, si può anche intervenire chirurgicamente, andando a rimuovere le cicatrici troppo spesse e ricucendo più a modo, per far sì che la cicatrice successiva sia di minori dimensioni.

È consigliabile al tempo stesso interrompere, fino a cura avvenuta, i rapporti sessuali, dato che il dolore potrebbe portare anche a blocchi psicologici e ad avversione nei confronti del sesso.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons