Loading...

Ormone Antimulleriano: cos’è e cosa fare in caso di valori alti o bassi

ormone antimullerianoL’ormone antimulleriano è un tipo di glicoproitena. Viene prodotta dai testicoli nel caso degli uomini e invece dai follicoli ovarici nelle donne.

Si tratta di un ormone che funziona al contrario per gli uomini e nelle donne. Negli uomini, infatti, le sue concentrazioni sono particolarmente alte fino al secondo di anno di età, per poi raggiungere valori estremamente bassi durante la pubertà. Il contrario, invece, vale per le donne: in queste i valori sono bassi fino al secondo anno di vita, per poi alzarsi durante la pubertà e l’età adulta.

Cosa significano?

L’ormone antimulleriano è un valore che indica con una certa accuratezza, almeno stando alle ricerche scientifiche più recenti, la fertilità potenziale di una donna. La quantità che possiamo trovare in circolo, infatti, è direttamente proporzionale con il numero di follicoli ovarici in attività, follicoli che sono i primi responsabili della fertilità femminile.

Cosa vogliono dire i valori bassi?

I valori bassi di ormone antimulleriano possono essere indice di:

  • Infertilità;
  • Insufficienza ovarica;
  • Riserva ovarica non sufficiente;
  • Menopausa.

Si tratta dunque di un indice che sottolinea la potenziale fertilità della donna. In caso in cui siano troppo bassi i valori, si deve procedere in genere, dopo le opportune verifiche, a tentativi di fecondazione in vitro.

Cosa vogliono dire valori troppo alti di ormone antimulleriano?

I valori troppo alti di ormone antimulleriano possono invece significare esclusivamente sindrome da ovaio policistico, una sindrome che in genere si accompagna, oltre che ai valori bassi di ormone antimulleriano, anche a cicli mestruali estremamente irregolari e spesso in assenza di ovulazione.

Sono comunque necessari altri tipi di test per essere certi di questa diagnosi, che saranno indicati in successione dal nostro ginecologo, l’unico in grado di occuparsi di questo tipo di problematiche.

Cosa fare per riportare i valori nella normalità?

Per riportare i valori nella normalità è necessario individuare quali siano le cause di valori di ormone antimulleriano troppo alti o troppo bassi. Nel caso di valori bassi, ci si trova in genere davanti ad insufficienza ovarica, che non può essere in generale curata senza il ricorso a terapie di fertilità specifiche.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons