Loading...

Osteoma Ostoide: cause, sintomi e possibili terapie

osteoma ostoideL’osteoma osteoide è un tumore benigno che colpisce le ossa. Le cause sono ignote, la patologia generalmente regredisce da sola e colpisce soprattutto le ossa lunghe degli arti.

Generalmente causa sintomi dolorosi e gonfiore e può portare anche ad alterazioni della crescita delle ossa e atrofia muscolare.

Vediamo ora di conoscere meglio questo osteoma osteoide e di capire come fare per trattarlo. Buona lettura.

Osteoma osteoide: cos’è

L’osteoma osteoide è un tumore benigno che si origina dagli osteoblasti. Può insorgere in un qualsiasi osso dello scheletro, ma per la maggior parte colpisce le ossa lunghe degli arti, solo nel 7% dei casi colpisce le vertebre della colonna e molto raramente colpisce le falangi e le articolazioni maggiori.

L’osteoma osteoide ha una massa cellulare di 1,5-2 centimetri e può colpire persone di ogni età. Spesso attacca i soggetti molto giovani tra i 4 e i 25 anni soprattutto di sesso maschile. Vediamo ora di conoscere le cause e i sintomi.

Cause e sintomi

Le cause sono ancora sconosciute, ma i sintomi più comuni sono:

  • Dolore;
  • Difficoltà a muovere l’arto interessato dall’osteoma;
  • Gonfiore;
  • Anomalie della crescita ossea;
  • Atrofia muscolare;
  • Deformità ossea.

Il dolore può arrivare ad interferire con il sonno e con le attività quotidiane. Negli individui più giovani può causare scoliosi. Al momento non sono conosciuti casi di origine di tumore alle ossa di tipo maligno da osteoma osteoide.

Diagnosi

L’esame obiettivo e un’approfondita anamnesi rappresentano il primo passo, poi si procede con una serie di esami di tipo radiologico, con una biopsia ossea e un’analisi del sangue. L’esame obiettivo e l’anamnesi valutano i sintomi, ma non sempre consentono di arrivare ad una conclusione, per questo si procede con altri esami.

I raggi X, la risonanza magnetica nucleare, la scintigrafia ossea e la TAC ecc sono necessari per arrivare alla diagnosi. La biopsia, infine, consente di prelevare un campione da analizzare per la conferma della diagnosi.

Le analisi del sangue si utilizzano per verificare che i sintomi non dipendano da un’infezione o da un tumore. Vediamo ora di conoscere con quale cura e terapia si può trattare l’osteoma osteoide.

Terapia

L’osteoma osteoide scompare in modo spontaneo e regredisce molto lentamente. Per questo motivo possono essere necessari farmaci FANS per trattare i sintomi dolorosi. Se il dolore diventa eccessivo, si procede con intervento chirurgico di eliminazione dell’osteoma osteoide.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons