Loading...

Osteopata e fisioterapista: le differenze

Se soffri di dolori muscolari, articolari o di altro tipo, dovrai presto sentir parlare di due figure professionali: osteopati e fisioterapisti.

Si tratta di figure che aiutano il recupero del benessere e delle condizioni normali di salute, anche se il loro lavoro e il loro approccio è molto diverso.

Vediamo ora di capire meglio qual è la differenza tra queste due figure e in che modo lavorano ognuno sul proprio paziente. Buona lettura e continua a seguirci sempre.

Fisioterapista e osteopata: differenze

Prima di tutto vediamo chi è e cosa fa un fisioterapista. Un fisioterapista è un operatore sanitario che ha un diploma universitario abilitante della durata di 3 anni.

Il suo compito è di prevenire e curare i problemi della motricità, riabilitandone le funzioni. I trattamenti del fisioterapista si concentrano sulle zone colpite dal dolore con il fine di ripristinare la salute dell’area e combattere la sintomatologia.

Spesso il fisioterapista lavora e collabora con altre figure professionali, come:

  • Fisiatri;
  • Ortopedici;
  • Osteopati.

Il fisioterapista utilizza anche delle terapie fisiche, come il laser, gli ultrasuoni e terapie manuali e occupazionali.

L’osteopata, invece, ricerca le cause del problema, studia il corpo nella sua totalità e, manipolando dei punti specifici, stimola i processi di autoregolazione del corpo.

L’osteopata aiuta ad accelerare i progressi di guarigione del paziente e nella prevenzione. Anche l’osteopata collabora con altre figure, come:

  • Ortopedici;
  • Fisioterapisti;
  • Medici specialisti.

L’osteopata non lavora con dei macchinari per i trattamenti, ma solo con l’approccio manuale. Per diventare osteopata di deve conseguire il diploma di osteopatia (professionalizzante) a seguito di corsi specifici di formazione dalla durata di 5 anni.

L’osteopata e il fisioterapista hanno una formazione diversa, ma possono lavorare insieme per migliorare la salute dei propri pazienti. Anche l”approccio sul corpo è differente, ma entrambe le figure possono rappresentare un aiuto importante per recuperare il benessere e la salute e per combattere il dolore.

Ricorda che la nostra guida è a solo scopo informativo e che non sostituisce il parere di un medico. Se hai bisogno di un consiglio per combattere il dolore, chiedi al tuo medico e non trascurare i sintomi. Il dolore può interferire con la qualità della tua vita.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons