Loading...

Palatoschisi: sintomi, cause e rimedi

palatoschisiQuando parliamo di palatoschisi ci riferiamo ad una malformazione del palato, che si presenta con un taglio (una fenditura per essere precisi), che potrebbe attraversare anche il labbro superiore.

Si tratta di una malformazione di carattere genetico-ereditario al 10%, il che vuol dire che nel caso di presenza del gene c’è la possibilità di trasmettere la malformazione al figlio in 1 caso su 10.

Si tratta di un problema che, se non corretto chirurgicamente, può causare problemi seri al soggetto, che potrebbe avere problemi nell’uso del linguaggio e anche difficoltà nell’alimentazione.

Si può curare?

Sì. Gli interventi tesi a correggere la palatoschisi sono ormai di diverso tipo (a seconda delle specificità della malformazione) e possono riportare il soggetto ad una vita decisamente normale. Si tratta di interventi che si svolgono in 5 fasi, vediamoli insieme:

  1. Protesi: si applica una placchetta, in genere ormai artificiale, che viene inserita in genere durante la prima settimana di vita del neonato. La placchetta funziona sia da otturatore, sia da attivatore dei tessuti, nel senso che riesce a stimolare la crescita dei tessuti “naturali”. La placchetta è infatti in grado di esercitare tensione positiva che può aiutare il palato a rimarginarsi anche autonomamente.
  2. Rinoseptocheiloplastica: è una procedura di chirurgia plastica che corregge sia il difetto del labbro che quelli del naso e del setto nasale. Si esegue più tardi, tra il nono mese e il primo anno di vita del neonato.
  3. La terza fase invece è quella della palatoplastica. Si interviene oggi con la tecnica di Von Langenbeck: si inserisce tessuto tra il dodicesimo e il diciottesimo mese di età del neonato, che favorirà una rimarginazione di primo livello.
  4. Il quarto intervento è quello di alveoloplastica: si tratta di una procedura chirurgica che va a correggere il processo alveolare. Un intervento che, nel caso in cui l’alveolo non fosse interessato dalla malformazione, non si rende necessario.
  5. La profiloplastica: si tratta dell’intervento finale, che va a correggere i problemi di carattere estetico, che interessano il terzo inferiore del volto, soprattutto nel caso, molto comune, di convessità della parte che interessa la bocca e il mento.

Come avrete visto da quanto vi abbiamo riportato in questo articolo, si tratta di interventi ormai di routine, che sono in grado di ridonare al soggetto colpito dalla palatoschisi una vita completamente normale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons