Loading...

Periodo refrattario: cos’è e come abbassarlo

refrattarioQuando parliamo di periodo refrattario, ci riferiamo ad un lasso di tempo fisiologico, successivo all’orgasmo maschile, durante il quale l’uomo non può raggiungere di nuovo l’erezione.

Si tratta di un periodo di tempo fisiologico, che può durare pochissimo o molto a lungo a seconda di diversi fattori, durante il quale l’atto sessuale è impossibile non solo perché è difficilissimo raggiungere un’erezione, ma anche perché in genere, durante il periodo refrattario, il glande diventa doloroso al contatto.

Esiste anche per le donne?

Tendenzialmente no, dato che il meccanismo che regola il post-orgasmo per le donne funziona in modo diverso. In alcuni casi però il clitoride diventa iper-sensibile e per questo possiamo parlare di periodo refrattario anche per la donna.

Quanto dura il periodo refrattario?

I dati non sono ovviamente univoci e sono influenzati da tanti fattori:

  • Età: per i maschi diciottenni si parla, in media, di 15 minuti di periodo refrattario, per i settantenni, che sono all’opposto della linea, possono servire fino a 20 ore.
  • Libidine: l’essere con un o una partner che ci eccitano particolarmente, può abbassare il periodo refrattario.
  • I livelli di testosterone sembrano essere inversamente collegati con il periodo refrattario.

Perché c’è il periodo refrattario?

Successivamente all’orgasmo maschile, avviene nell’organismo il rilascio di ormoni come ossitona e prolattina, che hanno un’azione inibitoria sul rilascio del testosterone e della dopamina.

Si tratta dunque di un meccanismo che rende di fatto “impossibile” tornare in assetto da rapporto sessuale in breve periodo.

Si può eliminare o ridurre il momento refrattario?

Ci possono essere degli accorgimenti che possono portarci ad abbassare, anche se non ad eliminare completamente, il periodo refrattario:

  • Essere molto riposati: ha effetti positivi sulla produzione di testosterone e diventa dunque un must per chi vuole passare una serata particolarmente piccante con il proprio o la propria partner;
  • Alimentazione giusta: bisogna evitare di mangiare cibi pesanti o troppo calorici. La circolazione sanguigna va aiutata, possibilmente con cibi sani.
  • Imparare a conoscersi con il proprio partner: preliminari e petting possono essere di grande aiuto per chi vuole tornare, da subito, a darci dentro.

Il periodo refrattario è comunque comune a tutti i mammiferi e sicuramente a tutti gli uomini: non dovremmo cercare di esigere troppo dal nostro corpo, anche perché ci si può dedicare all’amore senza l’ossessione dell’erezione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons