Loading...

Piede diabetico: cos’è e come curarlo

piede diabeticoIl piede diabetico è una delle complicanze più invalidanti causate dal diabete, conosciuto anche come “iperglicemia cronica”. È  uno stato patologico che agisce negativamente sulla vita del paziente e richiede un continuo monitoraggio dei piedi e un’attenta igiene.
Il diabete causa al paziente gravi danni neuropatici che ne modificano la capacità di percepire dolore e di avvertire cambiamenti termici. Per questo può capitare che il paziente non si accorga di lesioni ai piedi che possono evolvere in ulcere e cancrena perché il corpo di un soggetto diabetico non riesce a rimarginare correttamente le ferite a causa dei problemi di circolazione sanguigna.
Se trascurato, il piede diabetico presenta sulla pelle ulcere e piaghe ed è soggetto a gravi infezioni che possono procurare cancrena. Bisogna soprattutto prevenire le ulcere e, in caso d’infezione, bisogna rimediare il più tempestivamente possibile per evitare che insorga la cancrena.

Diagnosi

Se soffrite di diabete dovrete necessariamente optare per un monitoraggio continuo dei piedi. Chiedete aiuto al vostro medico che saprà indicarvi cosa fare. In generale il medico diagnostica il piede diabetico seguendo la storia clinica del paziente, facendo controlli di routine e controllando i piedi del soggetto.

Talvolta il medico può prescrivere anche controlli specifici, come esami del sangue (per controllare se nel corpo ci sono infezioni) ed ecografie dei vasi sanguigni (per accertarsi del corretto funzionamento della circolazione). Anche la radiografia può essere utile per monitorare lo stato delle ossa.

Cura

La cura del piede diabetico ha bisogno di controlli su più livelli. Per trovare la giusta terapia, il paziente dovrà ricorrere all’aiuto di diabetologi e podologi e in alcuni casi anche di chirurgi.
I pazienti devono seguire scrupolosamente tutte le indicazioni del medico per evitare e prevenire lesioni ai piedi che possono arrecare danni.

La cura del piede diabetico deve partire innanzitutto dalla prevenzione e dalla pulizia delle ulcere. Se una lesione ulcerosa non viene medicata, le possibilità di vedere le lesioni progredire in cancrena sono molte e potrebbero provocare l’amputazione del piede.

Il medico può prescrivere al paziente antibiotici per bocca o, nei casi gravi, per endovena per aiutare il corpo a combattere contro le infezioni. Il medico coprirà la lesione con bende e garze per proteggere la ferita e fermare il sanguinamento. In caso di forti dolori, il paziente potrà prendere anche qualche antidolorifico, sempre sotto prescrizione medica.

Talvolta può essere utile anche un trattamento iperbarico che aiuti il corpo ad ossigenarsi e la circolazione a migliorare. In casi in cui i tessuti si siano infettati, è necessaria un’operazione chirurgica.

Quando preoccuparsi?

Se siete pazienti diabetici, dovete sempre essere in contatto con il vostro medico in caso notiate cambiamenti ai piedi. Cercate di controllarvi quotidianamente e riportare su un quaderno gli eventuali cambiamenti per far sì che non dimentichiate alcun sintomi quando andrete dal medico.

sintomi da tenere sotto controllo sono:

  • Calli, ulcere, tagli e qualsiasi lesione, anche piccola, ai piedi;
  • Dolore;
  • Formicolio e prurito;
  • Febbre (spia di infezioni);
  • Insensibilità dei piedi;
  • Macchie rosse;
  • Problemi di deambulazione;
  • Gonfiore ai piedi;
  • Problemi alle unghie.

Se siete diabetici, evitate di indossare scarpe scomode o dure e preferite calzature comode e traspiranti che possano evitare infezioni. Non indossate scarpe aperte che possano esporre il piede a ferite, evitate tassativamente di fumare e bere alcolici e di tenere le gambe accavallate.

Cercate invece di fare esercizio, perdere peso, smettere di fumare e alimentarvi in maniera corretta. Asciugate sempre bene i piedi dopo esservi lavati, così abbasserete la probabilità di contrarre un’infezione fungina. Infine controllate i vostri piedi tutti i giorni, monitoratene i cambiamenti e rivolgetevi sempre al medico se vi tagliate o se contraete un’infezione.

Ricordate sempre che la prevenzione è il miglior rimedio in assoluto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons