Loading...

Prurito Anale: cause e rimedi

ano pruritoIl prurito anale è un problema estremamente comune, che colpisce ogni anno un numero variabile, tra il 2 e il 5% della popolazione.

Si tratta di una condizione pseudo-patologica, nel senso che non è detto che a questo problema sia necessariamente associata una malattia.

Vediamo insieme quali rimedi possiamo trovare da Madre Natura e come superare sia il prurito interno che quello esterno.

Le cause del prurito

Per scegliere il rimedio migliore per superare il prurito è necessario conoscerne le cause:

  • Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di un problema associato alla scarsa igienealla sudorazioneallo stress. In questi casi non è assolutamente necessaria alcuna terapia, ma sarà sufficiente tenere pulita l’area.
  • In casi residui (circa il 5%), il prurito anale è invece segnale di alcune infezioni micotiche (come la Candida Albicans) oppure di irritazioni e infiammazioni.

I rimedi

Nel primo caso, quando il prurito anale è esterno e non è riconducibile ad alcuna patologia, basterà praticare una buona igiene, cercando di evitare di utilizzare carta igienica colorata o profumata. Lavare con acqua calda e al massimo con una punta di sapone neutro è più che sufficiente per ristabilire la normalità.

Nel caso in cui il prurito abbia causato delle infiammazioni possiamo utilizzare dei rimedi assolutamente naturali, come l’olio extravergine d’oliva, che utilizzeremo per massaggiare la zona colpita dal prurito due volte al giorno, una volta al mattino una volta invece di sera.

Occhio al prurito interno

Quando il prurito è invece interno, si potrebbe essere in presenza di altri tipi di patologie, come le ragadi o le emorroidi. Prima di procedere con i rimedi naturali, in questo caso, è necessario farsi visitare dal proprio medico curante, che sarà l’unico in grado di stabilire le cause del prurito e di indicare, conseguentemente, una terapia che possa far diminuire il prurito ed eliminare il problema alla fonte.

Non grattarsi

Il grosso dei problemi relativi al prurito anale sono in realtà scatenati dal fatto che, spesso, è davvero difficile non grattarsi. Grattandosi però ci sono ottime possibilità che il problema vada ad aggravarsi invece che a risolversi: è molto facile creare delle microlesioni o delle vere e proprie ferite che peggioreranno il nostro quadro clinico e trasformeranno un po’ di prurito in qualcosa di più serio, che richiederà l’intervento del medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons