Loading...

Psioriasi Guttata: sintomi, cause e cura

psioriasi guttataLa psoriasi guttata colpisce, con le caratteristiche macchie a goccia di colore rosso braccia, gambe e tronco.

Quali sono le cause della psoriasi guttata?

Più rara delle altre forme, ma comunque relativamente comune, la psioriasi guttata è una patologia che in genere si presenta nei pazienti al di sotto dei 30 anni. La condizione si sviluppa in pochissimo tempo, in genere dopo un’infezione batterica che colpisce però in genere la gola.

Oltre alla possibilità dunque dello streptococco della gola, ci sono anche cause di tipo genetico-ereditario, che concorrerebbero alla comparsa proprio di questa psoriasi successivamente a:

  • Infezione batterica;
  • Infezione virale delle vie respiratorie;
  • Tagli, ustioni e punture di insetti che causano lesioni della pelle;
  • Utilizzo di farmaci anti-malarici;
  • Utilizzo di farmaci per il cuore;
  • Stress;
  • Ustioni;
  • Abuso di alcol.

Si tratta, come vedete, di un ventaglio di cause piuttosto ampio, segno che almeno per il momento la medicina non è riuscita ad isolare la causa scatenante di questa patologia, una patologia che, in aggiunta, sembra comparire esclusivamente in soggetti che abbiamo qualche problema a livello di sistema immunitario.

È contagiosa?

No, la psoriasi guttata non è in alcun modo contagiosa, motivo per il quale non c’è alcuna necessità di isolare i pazienti che ne siano affetti o di tenere separati i bambini che riportino i sintomi tipici di questa patologia.

I sintomi della psoriasi guttata

I sintomi sono piuttosto tipici: sulle braccia, sul tronco, sulle gambe e sui piedi fanno la loro comparsa delle lesioni cutanee a goccia, di colore rosso chiaro. Le macchie possono anche presentare delle squame, che sembrano piuttosto secche e che tendono a ridursi in scaglie al minimo contatto.

Non ci sono altri tipi di sintomi associati a questa patologia.

Come si cura

La cura per questo tipo di patologia è tutta tesa a contenerne i sintomi, mentre la patologia farà il suo decorso in modo assolutamente spontaneo.

Si utilizzano in genere:

  • Farmaci al cortisone per uso topico, che hanno il potere di far cessare il prurito;
  • Shampo antiforfora, nel caso in cui non fosse troppo aggressivo;
  • Lozioni che impiegano il catrame di carbone;
  • Lozioni a base di Vitamina D e Vitamina A, che possono donare immediato sollievo ai soggetti che sono colpiti da questa patologia.

Anche l’esposizione alla luce solare sembra sortire effetti interessanti per i soggetti che sono stati colpiti da questa patologia.

È necessario, in presenza dei sintomi, contattare immediatamente un dermatologo e affidarsi alle cure che prescriverà.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons