Loading...

Quali sono le cause della vaginite e come riconoscerla

vaginite causeL’apparato riproduttivo femminile è molto complesso e, purtroppo, esposto a moltissimi tipi di problematiche. Oggi parliamo della vaginite, non un disturbo, ma in realtà un intero gruppo di disturbi che colpisce il canale vaginale e che può creare più di qualche fastidio.

In realtà, e sarebbe il caso di stabilirlo in apertura, non esiste una vera e propria vaginite, dato che con questo termine più che designare una problematica di carattere patologico, si descrive in realtà quella che è una conseguenza di diverse patologie.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere sulle cause della vaginite, ovvero su quelle che possono essere le “vere” patologie che sono sottese a questo tipo di problematica e di conseguenza.

Che cos’è nello specifico la vaginite?

Quando parliamo di vaginite, ci riferiamo in realtà a processi di tipo infiammatorio a carico della vagina. Questi possono causare:

  • Prurito;
  • Dolore a riposo;
  • Dolore durante la penetrazione;
  • Infiammazione locale;
  • In alcuni casi (in genere da infezione) anche perdite di colore bianco o giallastro.

Si tratta di sintomi che sono in realtà, e lo sapranno le nostre lettrici più preparate, collegati ad un enorme numero di patologie e infezioni a carico della vagina.

Quali sono le cause più comuni?

Tendenzialmente i problemi di vaginite sono riconducibili a squilibri nella flora intestinale, che possono essere causati da attacchi batterici o fungini. In altri casi, invece, sono dei processi fisiologici che interessano la vagina e che non sono associati a patologie di alcuni tipo. Tra le cause più comuni della vaginite possiamo infatti trovare:

  • La riduzione di ormoni estrogeni durante la menopausa, che porta ad una costante secchezza vaginale e che si può trasformare anche in un’infiammazione;
  • Il periodo successivo al parto, quando gli ormoni estrogeni calano sensibilmente;
  • In caso di intervento di rimozione delle ovaie;
  • Vaginiti batteriche: possono essere causate da Prevotella, Gardnerella vaginali, Mycoplasma hominis. Si tratta di batteri e agenti patogeni in grado di stravolgere l’equilibrio batterico interno la vagina e causare appunto infiammazioni;
  • Vaginiti da funghi: la più tipica è quella che deriva dalla Candida. Circa il 75% delle donne, almeno una volta nella loro vita, finiscono per essere contagiate. Si tratta dunque di qualcosa di “fisiologico”, che possiamo superare con l’aiuto del nostro ginecologo;
  • Ultima, anche se non meno importante, è sicuramente la vaginite parassitaria. Si tratta di un tipo di vaginite che può essere causata in via esclusiva dal Trichomonas vaginalis.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons