Loading...

Schwannoma: cause, sintomi e cura

Lo Schwannoma è un tumore benigno che ha la sua origine nella guaina dei nervi periferici. Non sono note né la prevalenza né l’incidenza esatta, ma sembra che i pazienti affetti da neurofibromatosi presentino un’incidenza maggiore.

Vediamo ora di conoscere questa patologia e di capire quali siano le sue caratteristiche.

Descrizione

L’età di esordio dello Schwannoma è variabile, anche se colpisce soprattutto gli adulti tra i 20 e i 50 anni. L’aspetto di questo tumore è variabile, anche se si presenta spesso sotto forma di massa palpabile e dolorosa alla palpazione.

Spesso i tumori di questo genere si originano dai principali nervi del tronco e solo in alcuni casi provocano sintomi, come: deficit neurologici, parestesia, dolore radicolare e debolezza motoria. Spesso però questo tumore è asintomatico.

I tumori prendono spesso la forma di fuso o sono sferici. Di solito sono circoscritti e possono presentarsi solidi o liquidi. L’eziologia non è nota, ma una percentuale dei tumori viene associata ad un’esposizione alle radiazioni pregressa.

Diagnosi e trattamento

Per confermare la diagnosi bisogna procedere con un esame istologico. La biopsia per la diagnosi della patologia e per la conferma della presenza dello Schwannoma. La diagnosi può essere spesso difficile a causa dell’assenza di specifici sintomi e di specifici marcatori immunoistochimici e/o molecolari.

La resezione chirurgica dello Schwannoma è il trattamento più comune, anche se la patologia espone spesso a delle recidive in percentuali piuttosto alte che si aggirano attorno al 40%.

Se non è possibile effettuare la rimozione, si può procedere anche con l’escissione e con il trattamento con radioterapia. La chemioterapia non è efficace per lo Schwannoma.

Prognosi

Anche se si tratta di un tumore benigno, la prognosi spesso non è positiva, dipende dalla grandezza del tumore, dall’efficacia della terapia e della risposta dell’organismo del paziente.

Il tasso di sopravvivenza a cinque anni allo Schwannoma va dal 26 al 60%. La sopravvivenza fino a 10 anni si aggira attorno al 45%.

Ricorda che le nostre guide sono a scopo informativo e che, se hai bisogno di consigli riguardo lo Schwannoma, dovrai rivolgerti al medico o a uno specialista.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons