Loading...

Scrivanie da usare in piedi: guida e consigli

Lavorare al pc in piedi può sembrare un’idea bizzarra ma pare sia una delle ultime tendenze salutari del momento. Il lavoro in ufficio o lo smart-working da casa, spesso costringono a stare seduti per quasi 8 ore al giorno.

Ciò può avere serie ripercussioni sulla postura e di conseguenza può essere la causa di dolori cervicali e muscolo-articolari.

Occorrerebbe come minimo fare delle pause per sgranchirsi un po’ e fare degli esercizi di allungamento, o per lo meno cercare di assumere una posizione corretta da seduti: schiena e testa dritte che devono aderire perfettamente alla seduta.

È preferibile quindi utilizzare delle sedie ergonomiche. Tuttavia, anche assumendo la giusta postura da seduti, restare nella stessa posizione troppo a lungo potrebbe causare dei problemi a schiena, collo e gambe.

Ed è per questo che la soluzione ideale sarebbe quella di utilizzare le cosiddette standing desk, il rimedio definitivo della vita sedentaria a lavoro.

Vediamo quali sono i modelli più venduti in commercio.

Tipi di standing desk

L’uso delle standing desk si sta diffondendo sempre più sia all’interno degli uffici che a casa. Esistono diversi tipi più o meno funzionali che presentano cospicue differenze di costi in base ai modelli.

Standing desk fissa

Queste scrivanie non sono molto regolabili ma sono fisse ad un’unica altezza. Sarebbe possibile effettuare una piccola modifica ma comunque risulterebbero troppo alte per essere utilizzate, ad esempio, da seduti. Per questa ragione sono abbastanza economiche.

Standing desk a manovella

A differenza di quelle fisse, queste scrivanie hanno un piano di lavoro che può essere regolato. Vi è una manovella che permette di alzare o abbassare la superficie della scrivania, dunque è possibile lavorare sia seduti che in piedi.

Standing desk elettrica

La scrivania elettrica è supportata da motori elettrici posti sotto la sua superficie che permettono il sollevamento o l’abbassamento in pochi secondi. Essendo la più tecnologica, è anche la più cara.

Benefici e controindicazioni

Lavorare in piedi apporta tanti benefici a schiena, spalle, collo e gambe. Aiuta il sistema circolatorio, migliora la produttività e aumenta il buonumore.

L’ideale sarebbe alternare 30 minuti di lavoro in piedi a 30 minuti di lavoro seduti, in quanto stare in piedi tutto quel tempo potrebbe causare problemi di sovraccarico su gambe e schiena.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons