Loading...

Sideremia Alta o Bassa: cos’è e come leggere i valori

sideremiaLa sideremia è un valore che indica la quantità di ferro presente nel sangue che non è legata all’emoglobina.

Si tratta di un valore che indica, nello specifico, il ferro legato alla transferrina, una specifica proteina che agisce da trasportatore per il ferro verso fegato e midollo osseo.

Si tratta di un valore estremamente importante, che può essere evidenziato anche da un semplicissimo esame del sangue, in quanto sia valori troppo alti che troppo bassi possono essere indice della presenza di alcune patologie importanti.

Sideremia troppo bassa

Quando siamo in presenza di sideremia bassa (ovvero di valori inferiori ai 65mcg/dl per gli uomini e 50mcg/l per le donne), siamo davanti ad una condizione che può stare a significare:

  • Apporto alimentare di ferro non sufficiente;
  • Problemi di assorbimento del ferro da parte del corpo;
  • Uso di lassativi eccessivo;
  • Sport di resistenza;
  • Allattamento;
  • Assunzione di farmaci che inibiscono l’assorbimento del ferro;
  • Diabete;
  • Infiammazioni gravi;
  • Morbo di Chron;
  • Emorragie in corso;
  • Tumori.

Si tratta dunque di un valore da tenere in debita considerazione, in quanto indice, spesso, di malattie piuttosto gravi che meritano tutta l’attenzione del medico.

Nel caso di valori troppo bassi in genere si ricorre a quello che è il test incrociato con altri valori che indicano lo stato del metabolismo del ferro nel nostro corpo. Si tratta di test necessari per andare a restringere il possibile campo di problematiche che avrebbe potuto causare appunto il calo dei valori di sideremia.

Quando i valori sono invece troppo alti

Quando i valori di sideremia sono troppo alti, vuol dire che la concentrazione di ferro è troppo alta, ovvero che questo non viene smaltito efficacemente dal nostro corpo. Quando i valori sono superiori a 175 per gli uomini e 170 per le donne, possiamo essere sicuri di avere valori troppo alti.

I valori troppo alti possono essere:

  • Le anemie, di diverso tipo;
  • Avvelenamento da piombo;
  • Danni epatici di grave entità;
  • Talassemia;
  • Insufficienza del pancreas;
  • Uso della pillola contraccettiva;
  • Carenza di vitamine del gruppo B;
  • Policitemia.

Si tratta anche in questo caso di patologie piuttosto gravi, che necessitano immediatamente dell’attenzione del medico.

Come si cura?

Le cure per ripristinare valori di sideremia normali non possono prescindere da quella che è un’attenta analisi delle condizioni del paziente, condizioni che sono necessarie al fine di scegliere la terapia più appropriata. A sballare i valori possono essere diverse patologie, motivo per il quale è in primis necessario individuarle per poi procedere alla cura.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons