Loading...

Sindrome di Renfield: causa, sintomi e cura

renfieldLa sindrome di Renfield (termine coniato dallo psichiatra Richard Noll nell’anno 1992) in genere appare durante l’infanzia e si associa ad una sorta di auto-vampirismo. Il bambino si ferisce intenzionalmente per bere del sangue e durante la preadolescenza la malattia peggiora e la vista del sangue provoca un forte piacere.

In alcuni casi la malattia si accompagna ad un forte desiderio di bere anche sangue animale. Talvolta al consumo di sangue sono associate delle pratiche sessuali (sesso con altri o autoerotismo). Il bisogno di sangue porta il soggetto a cercare sangue e a creare contatti con persone che possano offrirgliene (volontariamente).

Nei casi più gravi, gli affetti da Renfield, ricorrono alla violenza per procurarsi il sangue, può capitare che il soggetto perda la lucidità e arrivi persino ad uccidere. Per alcuni bere sangue è una questione di vita o di morte, se il soggetto non consuma sangue può sentirsi debole e senza energie.

Ci sono alcune categorie di persone che si avvicinano a particolari giochi di ruolo (come quello dei real vampires) per avere sempre a disposizione ingenti quantità di sangue, ma in genere i real vampires non soffrono di sindrome di Renfield. I casi in cui sindrome e giochi coincidono sono rari.

Cause

La sindrome è ancora in fase di studio, ma pare sia generata da un disturbo psichico. Spesso chi soffre di sindrome di Renfield ha subìto forti traumi infantili. Lo sviluppo della sindrome passa attraverso tre fasi principali:

  • Infanzia: ferite intenzionali per autovampirismo;
  • Adolescenza: ferite intenzionali per pratiche di autovampirismo accompagnate da autoerotismo;
  • Età adulta: ricerca di persone che possano offrire sangue; consumo di sangue animale.

Sintomi e cura

In genere i sintomi di sindrome di Renfield sono inequivocabili e facilmente riconoscibili:

  • Ferite intenzionali;
  • Continuo bisogno di bere sangue;
  • Autoerotismo durante le pratiche di autovampirismo;
  • Ricerca ossessiva di “vittime”;
  • Senso di piacere alla vista del sangue;
  • Bisogno di bere sangue animale.

Taluni associano la sindrome di Renfield al mondo del soprannaturale, ma non ha nulla a che fare con il trascendentale. Essendo una malattia ancora in fase di studio non è disponibile un’ampia letteratura medica che possa spiegare come curare questa patologia. In genere si ricorre ad una terapia psicologica.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons