Loading...

Sindrome di Schnitzler: cause, sintomi e cura

schnitlerLa sindrome di Schnitzler è una patologia piuttosto rara che si contraddistingue con un’orticaria cronica, che però difficilmente sottopone il paziente al classico pizzicore e anche febbre, dolore osseo, artalgia o artrite, e anche una concentrazione molto bassa di immunoglobina.

Vediamo insieme di cosa si tratta, per cercare di comprenderne gli esiti e conoscere le possibili cure.

Quali sono le manifestazioni tipiche della sindrome di Schnitzler?

La sindrome di Schnitzel si manifesta secondo un percorso patologico piuttosto tipico, che prevede:

  • Eruzioni simili a quelle dell’orticaria, che sono croniche e ricorrenti. Si tratta di un sintomo che è presente in tutti i pazienti, nessuno escluso. Questa orticaria si manifesta, nella maggioranza dei casi, a carico del tronco e delle estremità degli arti. In alcuni casi può essere colpita anche la testa e il collo.
  • Prurito: le lesioni causate dall’orticaria possono diventare anche oggetto di prurito. Si tratta di un sintomo che in genere esce sul lungo periodo, dopo 3–4 anni dall’esplosione della malattia.
  • Febbre ricorrente: presente nel 90% dei casi.
  • Dolore alle ossa, anche questo ricorrente e in genere presente in concomitanza con la febbre.
  • Mialgie, anche queste in genere in contemporanea con la febbre.
  • Epatomegalia, ovvero ipertrofia del fegato, che può diventare anche il doppio delle dimensioni normali.
  • Fatica: anche questa è ricorrente e può rendere difficile, se non impossibile, il condurre una vita normale.
  • In alcuni rarissimi casi si presentano anche angioedema e perdita di peso.

In presenza di un quadro clinico così caratterizzato si può sicuramente pensare di essere in presenza di sindrome di Schnitzler.

Quali sono le cause?

Al presente non ci sono teorie che riescano a spiegare o ad individuare quali possano essere le cause che portano alla sindrome di Schnitzler. Si tratta dunque di una patologia dalle origini, per il momento, sconosciute.

Come si cura?

Non esiste una cura definitiva per questa sindrome e in genere si decide di intervenire andando ad agire su quelli che sono i sintomi e le manifestazioni della patologia.

Si ricorre agli anti-infiammatori non steroidali, ai vortico-steroidi e anche ad agenti immunosoppressivi. Per quanto riguarda le altre medicazioni è ovviamente necessario consultarsi con il medico che ha rilevato la presenza della sindrome in questione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons