Loading...

Sintomi e diagnosi dell’osteoartrosi

Trattamento osteoartrosi

L’osteoartrosi è causata da un deterioramento della cartilagine.

Nelle articolazioni la cartilagine protegge la parte terminale delle ossa e, nei pazienti affetti da osteoartrosi, questa si deteriora, il liquido sinoviale perde gradualmente le sue qualità e le ossa cominciano a sfregarsi causando il dolore.

Vediamo ora di conoscere meglio la patologia.

Diagnosi e sintomi

Per la diagnosi dell’osteoartrosi bisogna valutare prima di tutto la storia clinica del paziente, l’esame fisico e le radiografie che possono essere utili a posteriori e nel caso in cui si presentino dei cambiamenti istopatologici. Il dolore non fa parte della sintomatologia che appare subito, questo perché i dolori si manifestano soprattutto nel momento in cui l’articolazione viene sollecitata.

Il dolore compare spesso durante il movimento e si allevia con il riposo. La maggior parte delle persone colpite da osteoartrosi consulta il medico quando inizia ad accusare dolori, per questo il dolore non è il solo sintomo. L’artrosi può manifestarsi anche con rigidità articolare al mattino e gonfiore. Il dolore persistente, invece, compare e peggiora caricando il peso del corpo sull’articolazione malata e si allevia con il riposo. 

La malattia ha un inizio insidioso nel tempo e può causare deformità articolare e atrofia nella fasi avanzate. Altri sintomi che compaiono prima del dolore sono:

  • Contrattura o rigidità dell’articolazione;
  • Versamento articolare;
  • Crepitio alla mobilitazione articolare.

Durante l’esplorazione si nota anche un certo grado di deformità, scricchiolio articolare, rigidità e lieve aumento del volume. Alcuni dei gesti quotidiani possono diventare difficili a causa di questa patologia.

L’osteoartrite può essere primaria oppure secondaria.

L’osteoartrite primaria è causata dall’invecchiamento naturale dell’articolazione. Con gli anni, la cartilagine degenera fino ad arrivare all’osteoartrite avanzata con perdita totale del cuscino cartilaginoso. La patologia causa attrito tra le ossa, dolore e limitazione della mobilità. L’infiammazione della cartilagine può causare anche escrescenze ossee, note anche come osteofiti.

L’osteoartrite secondaria, invece, è localizzata ed ha delle cause scatenanti, come: l’obesità, i traumi ripetuti e un intervento chirurgico a carico delle strutture articolari. Anche anomalie congenite, diabete, gotta e disturbi ormonali sono da ricercarsi tra le cause della patologia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons