Loading...

Smettere di fumare per avere una pelle migliore

fumo pelleIl fumo e le sigarette non attaccano solo bronchi e polmoni. I loro effetti deleteri si manifestano anche, e in modo visibile, sulla pelle.

Mettere di fronte due gemelli, uno fumatore e uno che invece non ha mai fumato, restituisce un quadro impietoso dell’effetto che il tabagismo ha sulla salute del nostro derma.

Invecchiamento precoce, psoriasi, maggiore possibilità di sviluppare infezioni e infiammazioni: la lista dei danni è lunga, anche se per i fumatori c’è una buona notizia. Si può smettere e recuperare parte del tempo perduto.

Le rughe

Conosci qualche fumatore di lungo corso? Bene, prova ad immaginare la sua faccia.

È tutto fuorché levigata. La pelle si è fatta cadente, e in luogo delle rughe di espressione ci sono dei solchi profondi, le borse sotto agli occhi sono visibili da metri di distanza.

Si, sono proprio le sigarette ad essere responsabili di quel viso invecchiato in anticipo: fumare distrugge il collagene, che è responsabile dell’idratazione della nostra pelle e della sua elasticità, con i risultati che potete immaginare.

Se ci tenete a rimanere più giovani, fate sempre in tempo a buttare nel cestino le bionde rimaste: il nostro corpo è una macchina straordinaria, e recupererà, per quanto possibile, il terreno perso.

Borse sotto agli occhi

Le occhiaie non sono per forza un lascito genetico dei nostri genitori. Molte volte si sviluppano proprio a causa della nostra passione per la nicotina. I fumatori hanno infatti quattro volte le possibilità di trovarsi a combattere con le borse sotto agli occhi rispetto a chi non fuma.

Si tratta di un problema estetico che può essere risolto, purtroppo, solo con il ricorso alla chirurgia estetica. Oppure, se non vuoi regalare migliaia di euro al chirurgo, potresti sempre smetterla di fumare, guadagnandoci non solo a livello di borse, ma anche a livello di salute e di portafogli.

Psioriasi

La psioriasi non colpisce solo i fumatori, ma chi consuma un pacchetto al giorno per più di 10 anni ha il 40% in più di possibilità di contrarre questa patologia autoimmune. Chi fuma lo stesso quantitativo per più di 20 anni, sale al 60%. Perché rischiare?

Dita gialle

Le sigarette non fanno ingiallire solo i denti, ma anche le dita, proprio in prossimità di dove teniamo la nostra bionda preferita. Su internet circolano rimedi terribili, come succo di limone, candeggina o addirittura scrub con un raschietto. Perché passare le pene dell’inferno, quando basterebbe smettere di fumare per tornare al nostro colore originale?

Cicatrizzazione

Il fumo è anche responsabile per tutta una serie di patologie che coinvolgono i processi di cicatrizzazione. Sono molti i casi in cui i fumatori più accaniti non possono godere di un processo come quello dei non fumatori, con la conseguenza di trovarsi con ferite aperte per molte settimane, che diventano più ampie e più soggette ad infezioni o infiammazioni.

Il nostro corpo, quando gli somministriamo fumo con costanza, cade letteralmente a pezzi. Non si tratta soltanto di un problema di polmoni e respirazione, ma anche di problemi ben più visibili di quelli imprigionati all’interno del nostro corpo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons