Loading...

Spirulina in gravidanza: si può?

L’alga spirulina è probabilmente uno degli integratori più utilizzati al momento e più famosi tra gli sportivi. Si tratta di un integratore molto ricco di vitamine e di minerali e anche di proteine.

Integratori di questo genere possono rafforzare il fisico, ma sono adatti anche per quanto riguarda la gravidanza o no? Vanno bene durante i nove mesi o è meglio optare per altri prodotti?

Le mamme sportive o le mamme che hanno bisogno di un aiuto in più per le energie, possono usare la spirulina in gravidanza o no? Lo vediamo in questa nostra guida di oggi, continua a leggere.

Spirulina in gravidanza: si può o è meglio di no?

La spirulina è conosciuta come alga, anche se in realtà non lo è trattandosi in realtà di un cianobatterio, un tipo di organismo acquatico molto particolare che quando lavorato è adatto per produrre integratori con un alto contenuto di nutrienti.

I benefici della spirulina sono molti. Contiene infatti:

  • Calcio, fosforo e potassio;
  • Niacina, riboflavina e tiamina;
  • Manganese, ferro, zinco, rame;
  • Magnesio e selenio;
  • Antiossidanti;
  • Vitamine B6, B12;
  • Vitamina A;
  • Vitamina D;
  • Vitamina E;
  • Vitamina K;
  • Acido folico;
  • Proteine.

Anche se è un prodotto utile per il benessere bisogna fare prima due precisazioni se si parla anche di gravidanza. La spirulina grazie al suo contenuto di nutrienti, può essere un aiuto a prepararsi alla gravidanza, ma non sempre è adatta. Quindi bisogna chiedere prima il parere del medico.

Per quanto riguarda l’utilizzo della spirulina durante la gravidanza in genere non è consigliato assumerla, lo stesso vale per quanto riguarda il periodo di allattamento.

Anche durante l’allattamento la spirulina è sconsigliata, salvo se c’è un diverso parere del medico. Vediamo ora di capire per quali ragioni è meglio evitare la spirulina in gravidanza. Continua a leggere.

Perché è meglio non assumerla?

La spirulina può non essere compatibile con la gravidanza, come accade anche come altri integratori. Prima di tutto non si dovrebbe assumere perché può causare sovradosaggi che potrebbero causare danni al feto.

Inoltre è sconsigliata perché si tratta di un organismo con un forte potere assorbente e c’è il rischio che nell’integratore finiscano anche sostanze nocive.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons