Loading...

Strabismo nel bambino: la guida

Lo strabismo è un problema che compisce la vista. A causa di un errato funzionamento dei meccanismi (neuromuscolari) che regolano i movimenti degli occhi, finisce per provocare una deviazione degli assi visivi.

Lo strabismo può essere di due tipologie diverse:

  • interessare un unico occhio, oppure essere alternante;
  • essere costante nel tempo, oppure essere intermittente.

Nei più piccoli se lo strabismo non viene trattato per tempo, può provocare riduzione dell’acuità visiva importante e permanente, ma quali sono le cause e come si tratta questo problema? Lo vediamo nella nostra guida. Continua a legge.

Cause

Le cause dello strabismo sono tante e cambiano a seconda dell’età in cui compare la patologia. Le cause principali di questo problema possono essere:

  • Difetti della vista;
  • Patologie neurologiche;
  • Malattie oculari;
  • Patologie endocrinologiche.

Per evitare che il problema peggiori nel tempo e far sì che la terapia contro lo strabismo sia efficace, è importante procedere con la prevenzione. Per questo è importantissimo fare dei controlli periodici alla vista del bambino, già a partire dai sei mesi di età e fino a sei anni di età.

Solo in questo modo il medico sarà in grado di scoprire per tempo lo strabismo e procedere con la gestione del problema e degli eventuali fattori di rischio.

Sintomi e diagnosi

Tra i sintomi dello strabismo ci sono:

  • Cefalea;
  • Bruciore degli occhi;
  • Sensibilità alla luce e fastidio in ambienti luminosi;
  • Necessità di strizzare spesso gli occhi;
  • Visione doppia;
  • Stanchezza visiva;
  • Difficoltà di orientamento;
  • Capogiri e vertigini;
  • Bisogno di inclinare capo per riuscire a vedere.

Per la diagnosi è importante fare visite periodiche e accertamenti specifici tramite una visita oculistica con:

  • Valutazione ortottica;
  • Controllo della motilità oculare.

Trattamento

Per tipi di strabismo lievi è possibile intervenire con esercizi specifici e occhiali e, spesso, si riesce anche a recuperare la funzione normale. Se lo strabismo è in stadio avanzato, bisogna provvedere con un intervento chirurgico di correzione.

Ogni caso, ovviamente, deve prima essere valutato da un oculista, in modo da stabilire la via per agire contro lo strabismo. Noi ti consigliamo di programmare le visite periodiche del bambino, per fare in modo di individuare in tempo l’eventuale problema.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons