Loading...

Tachicardia: cos’è e da cosa dipende

tachicardiaCapire la frequenza cardiaca è di fondamentale importanza per rilevare il prima possibile alcuni dei principali campanelli d’allarme del nostro organismo, come la tachicardia, la bradicardia e l’extrasistole.

Ma quali sono i principali cambiamenti nella frequenza cardiaca? Come facciamo a riconoscerli? Cosa dobbiamo fare nel caso in cui la nostra frequenza cardiaca subisca un cambiamento?

Vediamo di rispondere insieme a queste domande.

Che cos’è la tachicardia?

In gergo medico, quando si parla di tachicardia, ci si riferisce ad una condizione in cui la frequenza cardiaca aumenta in modo notevole, può arrivare anche a superare i 100 battiti al minuto e si può trattare di una condizione transitoria oppure no.

Le cause che possono dare luogo ad una tachicardia sono diverse e cambia anche la gravità della situazione. Tra le più frequenti, abbiamo:

  • Disidratazione;
  • Periodo di stress eccessivo, sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista mentale;
  • Un eccesso di sigarette;
  • Una condizione di anemia;
  • In presenza di febbre;
  • Assunzione di troppi caffè.

In pratica, alla base della tachicardia possono esserci tante cause, esterne o interne all’organismo e, di solito, eliminando la causa, il battito torna ad essere normale.

Che cos’è la brachicardia?

Al contrario, la brachicardia è una condizione il cui la frequenza cardiaca va incontro ad un rallentamento eccessivo in cui le pulsazione scendono al di sotto dei 60 battiti al minuto.

Di solito la brachicardia si presenta nei seguenti casi:

  • Dopo aver bevuto delle bevande fredde e gassate;
  • In seguito ad un pasto abbondante;
  • Quando rimaniamo in piedi per troppo tempo.

Come nel caso della tachicardia, però, possono subentrare anche delle cause più preoccupanti e, se il disturbo persiste, potrebbe essere necessario chiedere un consiglio al medico per evitare rischi più grandi.

Che cos’è l’extrasistole?

Altre volte può capitare che il cuore perde il ritmo, di solito a causa di un disturbo che interessa il sistema elettrico. Si tratta di una condizione che si chiama extrasistole e si presenta soprattutto nei seguenti casi:

  • Mancanza di sonno;
  • Troppi caffè o troppe sigarette;
  • Stress.

Le extrasistoli possono determinare la presenza di condizioni più importanti, come le ischemie, per questo motivo sarebbe opportuno rivolgersi al medico se si presentano frequentemente.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons