Loading...

Tatuaggi: ci sono rischi per HIV ed Epatite?

tatuaggio hivSui vecchi prontuari realizzati per illustrare quelli che sono i rischi dei tatuaggi, si faceva ricorso di frequente allo spauracchio dell’HIV e dell’epatite C. Si diceva, ai tempi, che il tatuaggio era una pratica poco sicura, e che poteva avere, tra i suoi effetti collaterali appunto, proprio la diffusione di queste gravissime patologie.

Con i tatuaggi che sono diventati nei fatti molto popolari e non più un fenomeno marginale, è forse necessario tornare sulla questione, andando a sottolineare quali siano i rischi effettivi di questa pratica, almeno a livello di HIV ed epatite.

Ci sono davvero i rischi di cui abbiamo parlato sopra? Oppure si tratta di esagerazioni? Vediamolo insieme.

L’ago deve essere sempre monouso

La pratica del tatuaggio è regolamentata da diversi testi legislativi e impone ormai delle pratiche di igiene e di salute che rendono completamente nullo il rischio di contrarre alcuna malattia. Tra i presidi più importanti troviamo sicuramente l’ago monouso. Gli aghi che vengono utilizzati durante la realizzazione di un tatuaggio vengono aperti, utilizzati e buttati per ogni cliente, evitando dunque che possano esserci fenomeni di contaminazione.

Si tratta di pratiche che sono ritenute di livello di sicurezza medico e, di conseguenza, delle quali si può fidare, senza alcun tipo di problema.

Il sangue

Sull’HIV in particolare negli anni è stata fatta molta disinformazione e in molti continuano a credere che semplicemente il contatto con del sangue, anche secco, possa causare l’infezione. Dato che durante un tatuaggio di sangue se ne versa parecchio, potrebbe sembrare la ricetta perfetta per il disastro. La verità è che invece il virus HIV resiste pochissimo se esposto all’aria e che dunque il contatto superficiale con sangue infetto non è un buon veicolo di infezione.

Se fatto a regola d’arte, non ci sono rischi

La verità è che, nonostante i vecchi manualisti pieni di rischi e di paure, se svolto a regola d’arte il tatuaggio è una pratica particolarmente sicura. Non ci sono rischi e non si sentono notizie di contagio da un po’, ovviamente tenendo conto soltanto di coloro i quali decidono di farsi un tatuaggio presso un professionista che segua alla lettera le disposizioni delle autorità sanitarie.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons