Loading...

Testosterone alto: cause, rimedi e livelli delle analisi

testosteroneCome già saprai, il nostro organismo funziona grazie alla compartecipazione di diversi sistemi. Tra questi troviamo anche il sistema endocrino che si occupa della secrezione degli ormoni, tra cui anche il Testosterone, l’ormone maschile per eccellenza.

Oggi ti parleremo proprio delle analisi del sangue che servono per la valutazione dei livelli del testosterone, vedremo insieme quali sono i valori di riferimento e cosa succede quando i livelli del testosterone sono troppo alti rispetto alla media.

Che cos’è il testosterone?

Come abbiamo accennato nella breve introduzione, il testosterone è l’ormone maschile per eccellenza, infatti favorisce lo sviluppo dei caratteri sessuali (primari e secondari) nell’uomo, come: i peli sul petto, il cambiamento del tono di voce, la crescita della barba e così via.

Questo non significa che solo gli uomini producono il testosterone. Infatti, anche le donne producono questo ormone, più precisamente nelle ovaie. Il testosterone, in entrambi i sessi, serve soprattutto per la sintesi delle nuove proteine, favorendo l’aumento della massa muscolare.

Quando si fanno le analisi del testosterone?

Di solito il medico prescrive l’esame per il testosterone in determinati casi, ma soprattutto quando pensa che nel suo paziente di sesso maschile, ci siano dei problemi dello sviluppo. 

I motivi principali per cui il medico prescriverà questo esame sono i seguenti:

  • Quando la massa muscolare non si sviluppa oppure impiega troppo tempo per svilupparsi;
  • Quando il soggetto di sesso maschile ha un’età superiore ai 10 anni e non ha ancora sviluppato i caratteri sessuali, siano essi primari o secondari;
  • Nel caso in cui sospetta la presenza di una pubertà precoce o tardiva.

Cosa succede quando i livelli di testosterone sono troppo alti?

Innanzitutto ricordiamo che i valori di riferimento per il testosterone sono:

  • Nelle donne: valori compresi tra 0.3 e 2.9 ng/dl;
  • Negli uomini: valori compresi tra 9-30 ng/dl.

Nel caso in cui l’esame riporta livelli troppo alti di testosterone, il paziente (donna o uomo che sia) potrebbe trovarsi nelle seguenti condizioni:

  • Ha un tumore che secerne androgeni;
  • Ha un tumore alle ovaie;
  • E’ in una condizione di obesità femminile;
  • Sindrome di Cushing;
  • E’ in una condizione di ipertiroidismo;
  • E’ in una condizione di pubertà precoce;
  • Ha tumore alla ghiandola surrenale;
  • Celiachia;
  • Sindrome dell’ovaio policistico;
  • Ha una gravidanza molare;
  • Sindrome di Reifenstein.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons