Loading...

Trigliceridi alti: valori e problematiche

trigliceriditrigliceridi sono delle sostanze molto importanti per il nostro organismo in quanto ci permettono di avere delle risorse energetiche e di sopravvivere anche in presenza di temperature eccessivamente basse.

Oggi ti mostriamo quali sono i rischi maggiori a cui potresti andare incontro se il referto delle tue analisi dovesse riportare una condizione di ipertrigliceridemia, ossia dei livelli troppo alti dei trigliceridi.

Che cosa sono i trigliceridi?

trigliceridi sono, in pratica, i grassi che si accumulano nel nostro organismo con lo scopo di fungere come riserve energetiche nel momento in cui è richiesto.

Questi grassi che, inoltre, ci permettono di sopravvivere alle basse temperature, non sono prodotti da particolari organi del nostro corpo, ma vengono assimilati grazie all’alimentazione e si tratta di tutte quelle calorie ingerite che, però, non vengono bruciate.

Fare l’esame per i trigliceridi è molto importante soprattutto per valutare eventuali rischi cardiovascolari dell’individuo, oppure per indagare sullo stato di malnutrizione o su altre condizioni patologiche.

Quali sono i valori di riferimento per i trigliceridi?

Innanzitutto ricorda che quando parliamo di Valori di Riferimento, ci riferiamo a dei limiti numerici ritenuti normali, ma che spesso possono cambiare in base al laboratorio di analisi che esegue il prelievo.

Per questo motivo, se vuoi avere un valore più preciso, ti consigliamo di fare riferimento solo ai valori che sono stati riportati sul tuo referto, soprattutto nel momento in cui hai bisogno di fare dei confronti con eventuali referti passati e futuri.

Al di là di questo, i seguenti valori sono generalmente considerati normali per un individuo adulto:

  • Valori compresi tra 150 e 199 mg/dl.

Nel caso dei bambini, invece, avremo:

  • Valori compresi tra 99 e 130 mg/dl.

Cosa succede quando l’esame riporta valori troppo alti dei trigliceridi?

Nel caso di ipertrigliceridemia, ossia la condizione in cui i livelli dei trigliceridi sono più alti del normale, potresti avere a che fare con diverse condizioni patologiche, ma anche non patologiche, tra cui:

  • Cirrosi epatica;
  • Diabete;
  • Malattie renali;
  • Ipotiroidismo;
  • Gotta;
  • Ipertensione;
  • Sindrome nefrosica;
  • Assunzione di alcol;
  • Infarto cardiaco;
  • Pancreatite;
  • Dieta povera di proteine e ricca di calorie, zuccheri e carboidrati.

Visto che l’aumento dei trigliceridi, se non viene tenuto sotto stretto controllo, potrebbe peggiorare e creare problemi maggiori, è necessario che ti rechi subito dal medico se ti trovi in una condizione di ipertrigliceridemia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons