Loading...

Tubercolosi: cause, sintomi e terapia

tubercolosiLa Tubercolosi viene spesso concepita come una delle patologie storiche che sono state ormai debellate, ma non c’è cosa più sbagliata che possiamo fare in quanto si tratta di una malattia ancora attuale. Infatti negli ultimi anni sono stati registrati diversi casi di tubercolosi in Italia.

Ma da che cosa è causata questa patologia di natura batterica? Quali sono i sintomi attraverso i quali si manifesta solitamente la tubercolosi? Come possiamo curare la tubercolosi?

In questo articolo cercheremo di fornirti una risposta esaustiva per tutte queste domande!

Che cos’è la tubercolosi? Da cosa è causata?

Come abbiamo già detto nella breve introduzione, la tubercolosi è una patologia di natura batterica ed è conosciuta in ambito clinico anche con la sigla TBC.

Il batterio responsabile della tubercolosi è il Bacillo di Koch, anche conosciuto come Mycobacterium Tubercolosis ed è responsabile di diverse malattie, come quelle citate in seguito:

  • La tubercolosi che colpisce soprattutto le persone immunodepresse;
  • La tbc primaria;
  • La tbc post primaria che si presenta quando il batterio si riattiva, anche dopo tanti anni.

Anche se il principale responsabile della tubercolosi è questo batterio, possono subentrare dei fattori di rischio che aumentano la possibilità di contrarre la malattia, ad esempio la presenza di patologie che deprimono il sistema immunitario, come il diabete, l’HIV e via dicendo.

Quali sono i sintomi della tubercolosi?

Per riconoscere la tubercolosi, così come accade per tante altre condizioni patologiche, bisogna saperne individuare i sintomi e, successivamente, sottoporsi agli esami diagnostici che ci prescriverà il medico.

Tra i sintomi più comuni della tubercolosi, ricordiamo soprattutto quelli citati in seguito:

  • La febbricola;
  • La tosse persistente, a volte anche con delle tracce di sangue;
  • Riduzione del peso corporeo;
  • Perdita dell’appetito;
  • Delle fitte al torace;
  • La stanchezza.

La febbre è sicuramente il primo campanello d’allarme, infatti, se persiste per più di tre settimane è consigliato recarsi subito dal medico per fare tutti gli accertamenti necessari.

Come si cura la tubercolosi?

Ovviamente sarà il medico a prescriverti la cura più adatta alla tua condizione. Di solito vengono prescritti diversi farmaci antibiotici allo stesso tempo, in genere sono tre o quattro tipologie di antibiotici che verranno poi diminuite in modo progressivo, in base alla gravità della situazione.

Generalmente il trattamento si completa dopo circa sei mesi, al termine del quale il paziente dovrebbe essere guarito. In questo periodo bisogna però fare particolare attenzione a non entrare in contatto con le altre persone.

La tubercolosi è infatti una patologia molto contagiosa e viene trasmessa principalmente con le gocce di saliva e di catarro che vengono solitamente espulse proprio con la tosse, tipica della tbc. Tuttavia, la contagiosità termina dopo un paio di settimane.

Infine, l’ospedalizzazione del paziente viene considerata solo nei casi più gravi, ad esempio quando la malattia è resistente ai farmaci.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons