Loading...

Ugola bifida: cause, sintomi e cura

ugola bifidaL’ugola bifida è semplicemente un’ugola doppia o meglio biforcuta. In pratica se si osserva l’ugola, essa non termina con una sola estremità, ma con due. È un fenomeno piuttosto raro e di solito chi ne soffre si vergogna di questa condizione e teme di dover aprire la bocca.

L’ugola bifida viene generata da una schisi della stessa che provoca, appunto, la divisione in due. In genere un’ugola bifida si forma intorno alla decima settimana di gestazione, periodo in cui si formano il palato e l’ugola.

Soltanto il 2% della popolazione soffre di questo piccolo problema che però può essere imbarazzante. In genere non crea alcun problema fisico o fastidio. L’unico problema è generato dal semplice imbarazzo.

Cause e sintomi

La causa è il caso: se tra la settima e la dodicesima settimana di gestazione l’ugola non si forma correttamente, può accadere che si formi una schisi e che l’ugola si sdoppi.

Alcune persone non si accorgono per anni di avere un’ugola bifida perché non da alcun problema e non esiste differenza nota tra l’ugola bifida e quella normale a parte il piccolo difetto di forma.

Addirittura neanche il timbro di voce risente di questa anomalia, quindi non esiste alcuna differenza tangibile tra un’ugola bifida e una normale. I sintomi dell’ugola bifida non si avvertono, ma si vedono.

In alcuni casi ancora più rari la schisi interessa anche il palato, ma questo è un argomento del tutto differente. Una volta che viene esclusa la schisi della sottomucosa, non c’è alcuna ragione per preoccuparsi di trovare una cura all’ugola bifida.

Cura

Dato che l’ugola bifida non crea alcun problema alla persona, non c’è ragione di curare questo tipo di piccola patologia. Non esiste nemmeno una cura, trattandosi di un problema del tutto trascurabile, che non influisca assolutamente sul normale stile di vita di chi ne è “affetto”.

Intervenire in assenza di particolari patologie sarebbe inutile nonché dannoso per il corpo. Per qualsiasi dubbio potete comunque consultare il vostro medico, ma potete stare tranquilli.

Non è un problema che influisce sulla salute né a lungo né a breve termine, quindi non assillatevi e cercate di vivere serenamente senza pensare all’ugola bifida.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons