Loading...

Unghia incarnita: come rimediare in 30 minuti

Unghia incarnita: come curarlaQuello dell’unghia incarnita è un problema molto diffuso che, spesso e volentieri, impiega diverso tempo per ripristinarsi e tornare alla normalità e, proprio per questo motivo, sarebbe meglio non sottovalutarlo.

Infatti, l’onicocriptosi, se non viene trattata nel modo migliore, può solo peggiorare, soprattutto se si aggiunge anche un’infezione di natura batterica. Come facciamo a risolvere questo problema in poco tempo?

Vediamolo insieme in questo articolo.

Come facciamo a risolvere l’onicocriptosi in solo mezz’ora?

Quando l’unghia incarnita è arrivata allo stadio più grave, ad esempio perché non è stata curata nel modo adeguato, è possibile ricorrere ad un intervento chirurgico che viene effettuato in anestesia locale che ti permette di risolvere il problema in poco tempo.

Stiamo parlando della fenolizzazione, ossia una procedura chirurgica che consiste proprio nel tagliare la lamina ungueale che si è incarnita, eliminandola con un liquido apposito, il fenolo, e risanando così il solco in cui si trovava l’unghia.

Questo intervento viene eseguito in pochissimo tempo, circa mezz’ora e, una volta terminato, il paziente dovrà attendere un’ora prima di lasciare l’ambulatorio e riprendere con la sua vita normale.

Ci sono dei modi per prevenire l’unghia incarnita?

Tuttavia, così come accade per tantissime altre condizioni patologiche, anche quella dell’onicocriptosi può essere prevenuta con l’aiuto di particolari abitudini.

Prima di tutto l’unghia va tagliata in un certo modo, lasciando che gli angoli sporgano leggermente e non entrino in contatto con la pelle sottostante, proprio per questo motivo sarebbe meglio evitare l’utilizzo delle forbicine.

Inoltre, ricordati di acquistare le scarpe giuste per la forma del tuo piede, che non siano eccessivamente strette, altrimenti andresti a favorire l’insorgenza dell’unghia incarnita.

Come si può trattare il disturbo?

Il problema dell’onicocriptosi, nella maggior parte dei casi, soprattutto quando è ancora nella sua fase iniziale, può essere risolto con la semplice asportazione della parte di unghia che si è incarnita.

Si tratta di una procedura non invasiva che viene effettuata con uno strumento apposito, ossia con un tronchese professionale che sia stato precedentemente sterilizzato.

Ti consigliamo di chiedere sempre un parere al tuo dermatologo per risolvere il problema dell’unghia incarnita in quanto, spesso, può essere necessario assumere dei farmaci come i cortisonici o gli antibiotici per evitare il peggioramento della situazione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons