Loading...

Verme Solitario o Tenia: sintomi, diagnosi e rimedi

teniaLa tenia, o più volgarmente verme solitario, è un parassita che colpisce un buon numero di mammiferi, incluso l’uomo. Trova ospitalità nel nostro intestino, dove può continuare a svilupparsi fino a raggiungere dimensioni decisamente notevoli.

Si tratta di uno dei parassiti più comuni e noti all’uomo, tanto da alimentare quelle che sono delle vere e proprie leggende metropolitane.

Vediamo insieme di cosa si tratta, come riconoscerlo e soprattutto come eliminarlo.

I sintomi dell’infestazione da tenia

L’infestazione da tenia ha sintomi piuttosto tipici e facili da riconoscere:

  • Carenza vitaminica del soggetto;
  • Diarrea;
  • Stitichezza alternata;
  • Dolori addominali;
  • Vomito;
  • Sensazione di spossatezza;
  • Dimagrimento innaturale.

Si tratta di sintomi che fanno il paio con quella che è l’attività svolta dalla tenia (verme solitario) nel nostro intestino. Si alimenta dei nutrienti che altrimenti verrebbero assorbiti dal nostro corpo, causando dunque deficit calorico, minerario e vitaminico al soggetto che lo ospita.

Tre tipi diversi di tenia

In realtà i tipi di tenia sono tre e provengono da alimenti/animali diversi:

  • C’è la Tenia Solium, la più comune ed è quella che gli uomini possono prendere dai suini, ovvero da maiale e cinghiale;
  • C’è anche la Tenia Saginata, che può raggiungere gli 8 metri e che è causata invece dall’assunzione di carne bovina;
  • C’è anche la Tenia dei pesci, che è la più lunga di tutte e proviene in genere da pesci come luccio e trota.

Un’infestazione particolarmente comune

L’infestazione da tenia è molto comune, e ogni anno nel mondo si registrano oltre 50 milioni di casi. In genere colpisce nei paesi dove gli standard igienici sono più bassi e dove dunque le carni in genere vengono conservate in luoghi sporchi e con norme igieniche inferiori.

Come si cura?

La tenia viene trattata in genere con il ricorso a farmaci che siano in grado di far staccare la testa del parassita dall’intestino, per poi eliminarlo anche grazie all’aiuto di lassativi.

Diverso il discorso nel caso in cui non si riuscisse a trattarlo per via farmaceutica. In questo caso, infatti, si dovrà ricorrere a quello che è un piccolissimo intervento chirurgico, che elimina il problema e permette di tornare a vivere una vita normale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons