Loading...

Xerosi al glande: cause, sintomi e cura

xerosi glandeIl glande è una delle parti più delicate del corpo maschile e può essere, purtroppo, soggetto a diverse patologie che ne attaccano la salute. Una delle più comuni è la xerosi, ovvero una secchezza eccessiva della cute che ricopre il glande stesso, che può dare luogo anche ad altri tipi di problemi, e sconfinare sulla mucosa.

Vediamo insieme quali sono le cause di questa patologia, come possiamo curarla, quando c’è da preoccuparsi e quando invece possiamo curarci per conto nostro, senza ricorrere all’aiuto dello specialista.

Che cos’è la xerosi al glande?

La xerosi al glande è una patologia che può avere diverse cause e che comporta un’eccessiva secchezza della pelle che lo ricopre. È un problema tipico per chi è circonciso, ma che spesso purtroppo colpisce anche chi ha ancora il prepuzio intatto.

I risultati sono evidenti e fastidiosi: la pelle può desquamarsi e screpolarsi, dando luogo a qualche bruciore, qualche prurito e anche qualche imbarazzo nei momenti di intimità. La pelle morta può essere inoltre fonte di cattivo odore.

Quali sono le cause di xerosi al glande?

La xerosi al glande è una patologia che può avere diverse cause, che possono tutte comparire anche insieme. Vediamo insieme quali sono le più comuni:

  • Disidratazione della cute su tutto il corpo, che finisce per colpire anche il glande;
  • Eccessiva frizione, ovvero eccessivo sfregamento del glande sugli indumenti intimi;
  • Presenza di infezioni che hanno attaccato il glande o la pelle che lo ricopre;
  • Utilizzo di saponi troppo aggressivi.

Anche alcune malattie veneree, ovvero a trasmissione sessuale, possono rendersi responsabili della comparsa di questa patologia.

Come curare la xerosi al glande?

Innanzitutto avendo più attenzione per il proprio pene:

  • Utilizziamo soltanto indumenti in cotone, possibilmente bianco;
  • Utilizziamo soltanto saponi che possano garantire pulizia senza aggredire la pelle;
  • Non laviamo il pene troppo di frequente: una volta al giorno sarà più che sufficiente.

Trattandosi di un problema delicato e con una diagnosi relativamente difficile, è più che indicato rivolgersi ad uno specialista per la cura di questa specifica problematica. Sarà lui ad effettuare la diagnosi e garantire a chi soffre di questo problema una pronta soluzione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons