Loading...

Ascesso Gengivale: sintomi, cause e cure

ascesso gengivaleL’ascesso gengivale altro non è che una borsa rigonfia che si presenta proprio sulla gengiva, in genere piena di pus, che è il risultato di un’infezione batterica.

Si tratta di una patologia che deve essere tenuta in debita considerazione e soprattutto sottoposta all’attenzione del medico, per evitare che si diffonda e possa dare luogo a patologie ben più gravi.

Le cause dell’ascesso gengivale

Per l’ascesso gengivale vale lo stesso che abbiamo detto per l’ascesso dentale. Si tratta infatti di una colonia di batteri che, avendo preso possesso di una determinata parte delle gengive, viene poi incapsulata dal sistema immunitario.

Il pus dunque, contenuto all’interno dell’ascesso, non contiene solo batteri, ma anche i globuli bianchi necessari per eliminarli. È lui il responsabile del gonfiore ed è per questo motivo che non andrebbe inciso immediatamente l’ascesso, dato che in realtà si tratta di una reazione fisiologica del nostro corpo al fine di auto-salvaguardarsi.

I fattori di rischio

I fattori di rischio per l’ascesso gengivale sono tutti correlati all’igiene dentale:

  • Residui di cibo;
  • Placca;
  • Tartaro;
  • Lesione alle gengive occupata da resti di cibo;
  • Lesioni da apparecchi, ponti o protesi;
  • Fumo.

In tutti questi casi si fornisce una grossa mano ai batteri che sono responsabili dell’ascesso.

Come si cura?

L’ascesso gengivale deve essere posto sotto attenzione medica il prima possibile. Il dentista, valutando la situazione infatti, riuscirà a individuare quale sia la profilassi giusta da praticare.

In primis si può incidere la capsula, per poi disinfettarla a fondo, liberandoci così sia del gonfiore che dalla colonia batterica.

Nel caso in cui però il gonfiore non fosse eccessivo, potremmo anche rivolgerci al mondo dei rimedi naturali, che hanno più di una risposta nei confronti dell’ascesso gengivale.

Il collutorio acqua e sale è sicuramente un’ottima idea per fare dei risciacqui disinfettanti che ci permettano di tenere sotto controllo l’infezione in corso.

In aggiunta anche l’utilizzo di propoli o di miele direttamente sulla zona interessata può aiutare a recuperare subito la condizione di normalità e a tornare a vivere senza problemi alle gengive.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons