Loading...

Bilirubina Indiretta Alta o Bassa: cause e rimedi

bilirubinaSe avete controllato l’attività del vostro fegato, vi sarà di certo capitato di leggere, sui vostri esami medici, la parola “biliburina”. Quando si parla di biliburina bisogna essere chiari e fare delle differenziazioni, esistono infatti tre tipi di biliburina:

  • Biliburina totale;
  • Biliburina diretta;
  • Biliburina indiretta.

Cosa sono e quali differenze le caratterizzano? Lo scopriremo assieme nel corso di questo articolo.

Che cos’è la bilirubina?

Innanzitutto la bilirubina è una sostanza che si genera quando l’emoglobina invecchia e si degrada: questa sostanza contiene pigmenti giallastri o aranciati prodotti dalla nostra milza.

La biliburina, come suggerisce la parola, si accumula nella bile e viene metabolizzata dal fegato e infine eliminata, come scarto, attraverso l’urina. Talvolta però, la biliburina non riesce ad essere smaltita dal nostro corpo e può accumularsi creando una serie di disturbi, tra cui l’itterizia.

L’accumulo di biliburina può essere anche spia di patologie più gravi come problemi a livello epatico o della colicisti. Ora cerchiamo di capire cos’è la biliburina indiretta. Si parla di biliburina indiretta quando la sostanza è prodotta nella milza e non si trova ancora a livello epatico. La biliburina indiretta ha la caratteristica di non essere idrosolubile. Quando parliamo di biliburina indiretta, ci troviamo di fronte alla stessa sostanza che dalla milza è arrivata al sangue, diventa idrosolubile e può quindi essere smaltita dai reni assieme alla bile ed eliminata in seguito con l’urina.

Il significato dei valori

Cosa significa se i valori della biliburina sono alti? In generale un’alta concentrazione di bilirubina totale provoca ittero a causa del pigmento giallastro di cui è composta. Può causare anche macchie gialle negli occhi, feci di colore più chiaro e una colorazione più intensa e scura dell’urina.

I valori normali della biliburina, totale, indiretta o diretta, si aggirano attorno ai 0,3-1,0 mg/dl per la totale, 0,2-0,8 mg/dl per l’indiretta e 0,1-0,3 mg/dl per la diretta. In caso di valori diversi è importante effettuare ulteriori esami. Più preoccupanti sono valori che indicano una biliburina indiretta alta, vedremo assieme cosa significa.

Bilirubina Indiretta Alta: cause

Alcune delle cause della biliburina indiretta alta possono essere:

  • Calcoli nella cistifellea;
  • Tumore al pancreas o pancreatite;
  • Epatiti varie;
  • Colecistite (infiammazione della cistifellea);
  • Cirrosi;
  • Accumulo di bile;
  • Anemia.

La biliburina indiretta alta può essere spia della Sindrome di Gilbert (patologia del fegato che provoca iperbilirubinemia, ovvero aumento della biliburina) o di problemi insorti in seguito ad una trasfusione di sangue.

Bilirubina Indiretta Alta: rimedi

La terapia consiste solitamente nell’esposizione ad una particolare luce tramite appositi macchinari medici, si parla infatti di fototerapia o elioterapia che permettono alla biliburina di essere scomposta in sostanze più piccole e quindi più facilmente eliminabili.

Bilirubina Indiretta bassa

Quando il valore della bilirubina indiretta è basso, non si evidenziano problemi e non sono necessari particolari accorgimenti. Si può trattare di un problema transitorio lieve che al massimo può causare qualche problema di stanchezza dovuto alla digestione più lenta. I normali rimedi per la digestione possono bastare per contrastare i piccoli problemi dovuti alla biliburina bassa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons